28, Gennaio, 2023

Vicenda Podere Rota, Ceccardi e Casucci (Lega): “Azione magistratura porti a una svolta”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

“Speriamo che l’azione della magistratura serva a dare una svolta alla vicenda della discarica di Podere Rota, che si trascina ormai da decenni. La posizione della Lega è sempre stata chiara e netta a riguardo: la discarica deve essere chiusa, e il Valdarno non può continuare ad essere il terminale dei rifiuti che arrivano, non solo dalla provincia di Arezzo, ma anche dall’area metropolitana fiorentina. Appare chiaro, più in generale, che come già emerso con l’inchiesta keu, vi sia un problema gigantesco di governance del settore, ovviamente targata Pd, in Toscana. Il piano dei rifiuti è un libro dei sogni che di volta in volta viene aggiornato con obiettivi sempre più mirabolanti e che non vengono attuati”. Con queste dichiarazioni, l’eurodeputata della Lega, Susanna Ceccardi e il vicepresidente del Consiglio regionale, Marco Casucci, intervengono sull’inchiesta legata alla discarica di Podere Rota.

“La sinistra, accecata dall’ideologia, continua nella sua guerra al progresso tecnologico, non vuole sentire nemmeno parlare di termovalorizzatori di ultima generazione, e insiste nel portare le discariche al collasso e i nostri territori al disastro. Manca una coerente visione di insieme, anche all’interno dello stesso Pd, dove, come appunto nel caso di Podere Rota, gli interessi di un’amministrazione comunale si sono scontrati con quelli dell’amministrazione confinante”, aggiungono Ceccardi e Casucci.

Articoli correlati