18, Agosto, 2022

Serristori, riqualificazione della sala dialisi: realizzato un nuovo impianto di biosmosi

Più lette

In Vetrina

Gi in funzione, sar trasferito a giorni negli spazi definitivi. Due sedute spostate a Ponte a Niccheri. Impatto minimo sui pazienti

Riqualificato il reparto di dialisi del Serristori:  da qualche giorno in funzione un nuovo impianto di dissalazione a doppia osmosi inversa con pretrattamento per l’acqua ad uso dialitico.  Gli ambienti sono stati riqualificati attraverso piccoli lavori edili che restituiranno all’ospedale di Figline una sala dialisi più accogliente. "Il nuovo impianto che sostituisce il precedente, presenta una tecnologia più avanzata, permette trattamenti personalizzati e naturalmente in tutta sicurezza per pazienti che hanno bisogno di tecnologie all’avanguardia e della certezza della qualità delle terapie a cui vengono sottoposti".

"E’ temporaneamente collocato in adiacenza a quello in manutenzione, in attesa che vengano completati i lavori nei locali di sistemazione definitiva. Con l’occasione dei lavori riguardanti gli impianti saranno effettuati anche alcuni interventi di manutenzione alla pavimentazione e ai rivestimenti della sala di trattamento dei pazienti. Per i tempi necessari al trasferimento dell’impianto nella sua sede definitiva e a causa della conseguente inagibilità della sala dove al momento vengono effettuate le sedute dialitiche, i pazienti in cura al Serristori dovranno effettuare alcune sedute, due al massimo, presso la dialisi ristrutturata di recente dell’ospedale Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri. Per limitare al massimo il disagio di pazienti e operatori, il trasferimento dell’impianto nella sala dialisi definitiva, sarà effettuato durante un fine settimana".

"La dotazione del nuovo impianto di osmosi del Serristori, è coerente con le prospettive avanzate nell’ambito della ridefinizione dei patti territoriali, attualmente in corso di revisione con i sindaci dell’area fiorentina sud est e finalizzati all’elaborazione di progetti concreti di sviluppo locale".

 

Articoli correlati