04, Dicembre, 2022

“Serristori-day”, quattro giorni di iniziative per ripercorrere la storia dell’ospedale e guardare al suo futuro

Più lette

In Vetrina

“Serristori Day”: prende il via mercoledì 26 ottobre la prima edizione della quattro giorni dedicata all’ospedale di Figline. L’evento, voluto dal Calcit del Valdarno fiorentino e dalla Proloco Marsilio Ficino con il patrocinio del Comune di Figline Incisa, guarda al passato del presidio con lo sguardo, però, rivolto anche al suo presente e al suo futuro.

“Tutto iniziò quando il ricco notaio di origini figlinesi, Ser Ristoro, l’anno precedente alla sua morte avvenuta il 26 agosto 1400, ormai ultrasettantenne, ricco e pieno di onori – ma probabilmente tormentato per le conseguenze ultraterrene di una vita contrassegnata dalla bramosia del successo – proprio il 26 ottobre del 1399 fece testamento nella chiesa fiorentina di Santa Croce. Quel giorno diede appuntamento al notaio Ser Lodovico di Niccolò d’Amideo, al quale dettò il suo testamento, con il quale legò una cospicua parte del suo patrimonio per la realizzazione di uno spedale in Figline, ‘per i poveri di Cristo, in aiuto e sostentamento di tutti e di ciascuno dei poveri e persone mendicanti e malati’. Così ‘Ser Ristoro da Fighine’ lasciò 2000 fiorini per la costruzione di un ospedale nella sua Figline, dove peraltro aveva accumulato una sterminata proprietà fondiaria”.

Proprio per ricordare quell’evento storico è stato istituito il “Serristori-Day” che sarà celebrato il 26 ottobre di ogni anno.

“Il Serristori-Day – spiega Mario Bonaccini, presidente del Calcit – non vuol essere soltanto un evento commemorativo di un fatto storico estremamente importante per le ricadute che ha avuto sulla popolazione, ma vuole diventare anche l’occasione per avviare un momento di riflessione, di analisi e di proposte in merito alla situazione della sanità locale. A questo proposito ringrazio l’Azienda Sanitaria Toscana Centro e l’Amministrazione comunale che hanno aderito convintamente a questa nostra iniziativa”.

Mercoledì il 26 ottobre, alle 10,30 si terrà la collocazione a Figline di una corona di alloro presso il busto di Ser Ristoro sulla facciata di Palazzo Pretorio ad opera dei Vigili del Fuoco. L’apposizione della corona offerta dall’Amministrazione Comunale avverrà alla presenza della sindaca Giulia Mugnai, che poco dopo parlerà nella sala Egisto Sarri di Palazzo Pretorio, insieme al presidente del Calcit, Mario Bonaccini. Seguirà la lettura in latino e in italiano di alcuni brani dell’atto di donazione di Ser Ristoro da parte del religioso francescano Padre Costanzo e della professoressa Sandra Mazzoni, vicepresidente della Proloco Marsilio Ficino. Alle 11.30, sempre all’interno della sala Sarri vi sarà l’apertura della mostra fotografica di immagini storiche dell’ospedale Serristori, curata da Edo Mugnai per il Circolo Fotografico Arno.

Giovedì 27 ottobre, alle 14,30 nella sala-auditorio di Villa San Cerbone si svolgerà l’evento “Serristori Open Day” in collaborazione con la Asl Toscana Centro: incontro con i medici del Serristori sull’attività che viene svolta all’ospedale di Figline. Anche questo evento, come quello del giorno inaugurale, sarà trasmesso in streaming sulla pagina facebook “Valdarno in diretta”.

Venerdì 28 ottobre, alle 16.00, nella sala Ariano del circolo Fanin di Figline si svolgerà un dibattito aperto sugli scenari futuri della sanità pubblica nel Valdarno fiorentino.

Sabato 29 ottobre, dalle 9.00 fino alle 18.00, nel salone della Misericordia di Figline si svolgerà il Convegno-Mercato del Circolo Filatelico Numismatico Figlinese, con annullo ufficiale di Poste Italiane in occasione del “Serristori Day”.

Articoli correlati