18, Agosto, 2022

Ponterosso: in attesa della sentenza per il ponte, le ruspe hanno iniziato i lavori nell’alveo del torrente

Più lette

In Vetrina

Gli interventi che consistono nella ripulitura dell’alveo sono necessari per diminuire i rischi di esondazione del torrente nel caso di grandi piogge. La decisione è stata presa in attesa della sentenza del Tribunale superiore delle acque pubbliche in merito alla demolizione del ponte privato

Ruspe al lavoro nell'alveo del Ponterosso. Gli interventi che consistono nella ripulitura del torrente nel tratto dello Stecco sono necessari per evitare rischi di esondazione. La decisione è stata presa visto l'ulteriore rinvio della sentenza del tribunale superiore delle acque pubbliche in merito all'abbattimento del ponte privato.

L'amministrazione comunale ha deciso dunque di adottare nuove misure a tutela dell’incolumità dei cittadini. L'alluvione del 21 ottobre 2013, che causò danni a strutture pubbliche come il cimitero e private, tra queste 75 abitazioni e 8 attività produttive, nonchè a 19 auto, fu provocata secondo la polizia idraulica dal ponte privato sul Ponterosso. La struttura, infatti, avrebbe impedito il regolare deflusso delle acque e causato l'esondazione del torrente e l'allagamento delle zone limitrofe.

I sopralluoghi e i nuovi incontri tecnici effettuati hanno richiesto l'intervento delle ruspe nell'alveo del Ponterosso per rimuovere la vegetazione e i depositi di fondo e migliorare il deflusso delle acque vicino al ponte. I lavori, iniziati nella mattina, si protrarranno per circa una settimana.

Nonostante questo e in attesa della sentenza del Tribunale superiore delle acque pubbliche rimane anche in vigore la nuova procedura di protezione civile che viene attivata in base al grado di criticità emanato dalla Sala operativa regionale di Protezione Civile sui dati ricevuti dal Centro funzionale regionale: dalla sola attivazione del personale reperibile, fino alla predisposizione di un cantiere lungo via di Norcenni  con il posizionamento di un escavatore con una pinza adatta a rimuovere eventuali tronchi che si ammassano sul ponte privato.

 

Articoli correlati