19, Agosto, 2022

Il Pd sulla discarica di Podere Rota: “Rispettiamo i patti e il territorio. Chiusura al 2021”

Più lette

In Vetrina

Alla vigilia della manifestazione di sabato 7 ottobre il Circolo di Castelfranco di Sopra del Partito democratico, Unione comunale di Castelfranco Piandiscò prende posizione

Alla vigilia della manifestazione indetta dal Comitato "Le vittime di Podere Rota" per sabato 7 ottobre e a "seguito delle evidenti problematiche connesse allo smaltimento dei rifiuti nell’impianto di Podere Rota e alla presa di posizione da parte di istituzioni e cittadini residenti nelle aree vicine al sito", il Partito democratico del comune di Castelfranco Piandiscò prende posizione.

"L’impianto di Podere Rota ha svolto fino ad oggi una funzione fondamentale per il deposito ed il trattamento dei rifiuti provenienti dal territorio delle province di Arezzo e Firenze e da altre  aree regionali e nazionali. Siamo tuttavia consapevoli che questo servizio ha provocato per anni problemi e disagi in termini di impatto ambientale e di inquinamento che i cittadini residenti nella nostra vallata ed in particolare nei comuni di  San Giovanni Valdarno e di Castelfranco Piandiscò non possono più  sostenere".

Per questo il Circolo di Castelfranco di sopra, Unione comunale di Castelfranco Piandiscò, chiede: "che venga rispettata la scadenza prevista dal vigente Piano interprovinciale dei Rifiuti per la chiusura dell’impianto nel 2021 e che vengano attivate quanto prima le procedure per confermare la chiusura della Discarica di Podere Rota e la successiva bonifica del  territorio interessato".

Poi l'invito rivolto agli enti competenti "alla discussione e approvazione di un nuovo Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti che abbia come obiettivo anche la riduzione dei rifiuti prodotti e l’incentivazione di sistemi innovativi per lo smaltimento degli stessi nel rispetto della salute pubblica e dell’ambiente".
 

 

 

Articoli correlati