28, Settembre, 2022

Il Pd sostiene e aderisce alla manifestazione del Comitato “Le vittime di Podere Rota”

Più lette

In Vetrina

“Siamo convinti che unit, forze politiche, istituzioni, comitato cittadino, con prerogative e strumenti diversi ma con un medesimo e saldo obiettivo, potremo costituire e rappresentare una forza, nell’interesse di San Giovanni e di un intero territorio”

Il Partito democratico di San Giovanni annuncia la propria adesione alla manifestazione organizzata dal Comitato “Le vittime di Podere Rota” sabato 7 Ottobre per chiedere la chiusura del sito della discarica al 2021. "Siamo dalla parte dei cittadini sangiovannesi che nei mesi estivi oltre al caldo afoso hanno dovuto subire ripetutamente il disagio di una situazione odorigena non più sopportabile, e che stanno manifestando e manifesteranno con una marcia da San Giovanni a Terranuova, tutta la loro insofferenza e stanchezza".

Gli accordi presi: "Il Partito Democratico di San Giovanni Valdarno chiede da tempo che siano rispettati gli accordi, che sia rispettato quanto deciso dal consiglio provinciale di Arezzo nel 2013 (quando adottò, con delibera, il piano interprovinciale dei rifiuti) e che, quindi, la discarica di Podere Rota vada a chiusura entro il 2021, a completamento e riempimento degli attuali volumi esistenti, e si avvii, da quella data, il processo di bonifica del sito. Questo chiediamo e questo continueremo a chiedere in tutte le sedi politiche ed istituzionali, sostenendo l’operato del sindaco di San Giovanni e del Gruppo consiliare del Partito Democratico che stanno mettendo in atto, da tempo, una serie di iniziative politiche importanti che muovono in questa direzione".

"La discarica di Podere Rota è un sito attivo da quasi 25 anni e il nostro territorio ha già pagato un prezzo troppo alto in termini di qualità della vita dei suoi abitanti in questi anni. E’ legittimo pertanto che, in una visione complessiva, sia alleggerito di un fardello che non è più in grado di sostenere e siano adottate soluzioni e strategie innovative in termini di conferimento e smaltimento dei rifiuti. Il “Piano Regionale di Gestione dei rifiuti e bonifica dei siti inquinati” (PRB) del 2014, che andrà a revisione nei prossimi mesi, è lo strumento sul quale agire ed entro il quale avere risposte chiare e nette".

"Il Partito democratico di San Giovanni si associa alle richieste del sindaco di San Giovanni e della Commissione Ambiente del consiglio comunale che ha definito ed approvato all’unanimità un documento che sarà discusso nel prossimo consiglio comunale, e chiede che nelle modifiche che saranno introdotte in questo strumento di regolazione della politica regionale in materia di gestione dei rifiuti – nella prospettiva di una complessiva razionalizzazione impiantistica regionale – sia chiaramente inserita la chiusura dell’impianto di discarica di Podere Rota al 2021, come stabilito da un atto di indirizzo del consiglio provinciale di Arezzo del 2013, e siano poste le basi, da quella data, per la bonifica del sito".

Il Pd sangiovannese dopo aver ribadito la propria posizione conclude: "Questo il Partito Democratico di San Giovanni chiederà in tutte le sedi politiche ed istituzionali nei prossimi mesi, cercando di coinvolgere anche agli altri Comuni del Valdarno, non soltanto quelli colpiti direttamente dai disagi della discarica, affinché si raggiunga questo obiettivo in maniera concorde ed unanime, facendo sentire unitariamente la propria voce a tutela e difesa del Valdarno. Siamo convinti, infatti, che uniti, forze politiche, istituzioni, comitato cittadino, con prerogative e strumenti diversi ma con un medesimo e saldo obiettivo, potremo costituire e rappresentare una forza, nell’interesse di San Giovanni e di un intero territorio".

Articoli correlati