22, Giugno, 2024

Degrado urbano: due i casi fra Matassino e Ciliegi. Grandis (M5S): “Territorio trattato con superficialità”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle denuncia altre due situazioni critiche sul territorio

Altre due situazioni di degrado urbano sul territorio comunale di Reggello, per l'esattezza a Matassino e ai Ciliegi. A denunciarle è il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Roberto Grandis.

"A Matassino si tratta di un bilocale mal messo, da tempo disabitato e la cui gestione è in mano ad un curatore. L’abitazione situata in Via della Vecchia, da tempo fatiscente che con il passare del tempo ha cominciato a presentare sostanziali segni di cedimento strutturale. Dopo essere stata segnalata più volte per la sua pericolosità c’è stato un primo
intervento della polizia municipale, che ha richiesto al curatore dell’immobile lavori di alleggerimento della struttura perché mostrava segni di disgiungimento fra le parti con un moto veloce, staccandosi dalla parete dove era agganciata in origine".

 

"Il comune – aggiunge Grandis – è stato più volte informato dello spostamento dell’edificio e del pericolo di un crollo improvviso i cui detriti potrebbero invadere la sede stradale e colpire mezzi e persone che si trovano in quel momento a transitare. Che l’immobile in questione sia pericoloso sono informati sia il sindaco che molti uffici del Comune, ma finora non è stato fatto nessun sopralluogo tecnico né presi altri provvedimenti". 

L’altro caso segnalato "si trova sulla strada che va dal casello autostradale passando dai Ciliegi verso Leccio dove potrete ammirare l’opera di arredamento urbano illuminato la sera in lamiera, il famoso polo della moda Fashion Valley e la sua fatiscenza, e come decoro urbano alla rotatoria lo chassis di autovettura bruciata anni fa, mai tolta dai proprietari e nemmeno lì credo il comune si sia mosso per togliere un segno di inciviltà visto che è sulla strada di passaggio dei pullman carichi di turisti diretti al The Mall o al Groove. Cosa ci vuole a leggere il numero di telaio e fare un accertamento al PRA per risalire ai proprietari e far portare tale scheletro da un rottamatore. Sono piccole cose, ma il senso che danno quando le vedi fa pensare che tutto il territorio venga trattato con superficialità". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati