20, Luglio, 2024

Ancora casi di avvelenamenti di animali nell’area fiorentina. I dati del 2014

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di cani, ma vengono uccisi anche gatti, fagiani, volpi. Nel Valdarno fiorentino Rignano ha il triste primato su Figline e Incisa

Non solo il Valdarno aretino ma anche quello fiorentino è interessato dal fenomeno delle polpette avvelenate. La polizia provinciale della città metropolitana di Firenze in base alle segnalazioni arrivate ha redatto una relazione che riporta le zone maggiormente colpite, le tipologie di animali e le sostanze adoperate. Rignano risulta essere più a rischio rispetto a Figline e Incisa.

Nel 2014 sono state 116 le segnalazioni di avvelenamento di animali e di rinvenimento di esche avvelenate. Di queste 22 sono risultate infondate, 23 archiviate dopo l'istruttoria, 32 ancora in fase di accertamento; 39 sono quelle che in base agli accertamenti svolti sono risultate avvelenamenti. Nella stragrande maggioranza degli animali uccisi 40 sono stati cani, 25 i fagiani, 7 i gatti, 3 le volpe una poiana.

Pochi i casi, tra quelli segnalati e accertati, a Figline, mentre l'incidenza cambia e aumenta a Rignano, anche se il numero rimane comunque esiguo rispetto all'area di Firenze.

 

Articoli correlati