26, Maggio, 2022

Aer, l’intervento della Lista civica: “Inefficienze e opacità , i protagonisti del Pd chiariscano”

spot_img

Più lette

La Lista civica Rignano Passione in Comune entra nel merito della vicenda Aer e spiega: “In Consiglio comunale ci sono stati forniti solo elementi frammentari e insufficienti. Oltre che di Aer, però, le responsabilità sono di chi per il proprio ruolo politico doveva vigilare”

"Inefficienza e opacità nella gestione di Aer, ma le responsabilità non sono solo dei vertici aziendali: sono anche dei politici che, per ruolo istituzionale, dovevano vigilare". A dirlo è la Lista civica Rignano Passione in Comune, che entra dunque nel dibattito politico legato alla gestione di Aer, la società partecipata pubblica che gestisce il ciclo dei rifiuti in Valdarno fiorentino e in Valdisieve. 

"Su Aer – si legge nella nota della Lista civica – la maggioranza in Consiglio non ha saputo dare risposte. Alle nostre richieste di dati che chiarissero costi e risultati della gestione della sperimentazione porta a porta a Rosano, sono stati esposti in Consiglio elementi frammentari e insufficienti. Non è accettabile che una maggioranza politica che afferma di condurre una battaglia per il rinnovamento dei vertici di Aer, sulla base di 'una gestione opaca e inefficiente', si scrolli di dosso ogni sospetto con la motivazione che le responsabilità sono di Aer".

"Oltre che di Aer – sostiene la Lista civica – le responsabilità sono di chi per il proprio ruolo politico doveva vigilare, doveva guidare le scelte e i controlli sulla gestione dei rifiuti. Se la maggioranza ha intenzione di dare una svolta, come sembra, cambiando i vertici di Aer, deve prendere atto che questo non è sufficiente per recuperare la fiducia dei cittadini. Chi ha mal gestito le politiche di indirizzo e il monitoraggio negli ultimi anni, deve spiegare. Assessori e Sindaci, devono spiegare. Devono chiarire le loro responsabilità, cosa hanno fatto per evitare la cattiva gestione, come mai ci troviamo oggi dinanzi ad un fallimento tale da condurre lo stesso Pd a voler radere al suolo i vertici di Aer, da esso a suo tempo nominati". 

"I cittadini di Rignano – prosegue ancora la Lista civica – versano 1,6 milioni di euro l’anno, cifra che dalle previsioni di Aer non sembra calare nei prossimi anni. L’amministrazione ha giudicato positivamente il fatto di pagare la stessa cifra dell’anno precedente: ma rispetto all’anno scorso i cittadini, con l’introduzione delle calotte e la conseguente campagna informativa, sono riusciti ad alzare la quota di raccolta differenziata di 10 punti percentuali; ciononostante, non vengono premiati, ma tassati come se nulla fosse stato fatto".

"Per due anni i rignanesi hanno pagato la maggiorazione sull’ecotassa per l’inefficienza di Aer. Come si spiegherà loro – chiedono i componenti di Rignano Passione in Comune – che a fronte di sforzi maggiori, le tasse sui rifiuti rimarranno le stesse? Al Consiglio comunale del 15 luglio scorso, la maggioranza ha perso un'occasione per dimostrare di voler davvero dare una svolta: chi ha gestito le politiche ambientali degli ultimi anni non ha ancora detto una parola sul tema, lasciando l'onere ad un assessore ancora fresco di nomina. Eppure gradiremmo molto che l’assessore all'ambiente e vicesindaco nella passata amministrazione, oggi consigliere, chiarisse gli aspetti poco chiari della gestione Aer nel nostro Comune. Anche il Sindaco, precedentemente segretario del Pd, potrebbe esprimersi. Le occasioni per chiarire, per loro o per altri che volessero, rimangono comunque numerose".

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati