17.05.2018  10:38

Truffa un'anziana, poi porta via soldi dalla cassa della farmacia Galeffi: fermato da un carabiniere fuori servizio

di Glenda Venturini
All'anziana donna la scorsa settimana aveva fatto credere di poter pagare un bollettino dal distributore automatico delle sigarette; e l'altro giorno, invece, entrato in farmacia, aveva arraffato dalla cassa aperta alcuni pezzi da 20 euro. Ma in coda c'era anche un carabiniere, fuori servizio, che lo ha visto e inseguito


commenti

Data della notizia:  17.05.2018  10:38

È finito in manette dopo aver truffato una novantenne e rubato soldi dalla cassa della farmacia Galeffi: scompiglio, martedì pomeriggio, nel centro storico di Montevarchi, dove il malvivente, pregiudicato di origini campane, tossicodipendente, già vecchia conoscenza delle forze dell’ordine del Valdarno, è stato arrestato dopo un breve inseguimento a piedi.

E’ stato un Carabiniere libero dal servizio, che lavora al centro telematico di Firenze del Comando Legione Carabinieri di Firenze, ad accorgersi di quanto stava accadendo all'interno della farmacia Galeffi, in via Roma. Il militare, che si trovava in fila prima di pagare alle casse, ha notato infatti il rapido movimento con cui l'uomo si era impossessato di alcune banconote da venti euro, prese dal registratore di cassa aperto.

Ha cercato allora di bloccargli la fuga, qualificandosi come carabiniere: ma l'uomo, dopo una breve colluttazione, è riuscito a divincolarsi per scappare, a piedi, in direzione di piazza Vittorio Veneto, rincorso dal militare fuori servizio. È finita pochi metri più avanti, la sua fuga: la pattuglia dei Carabinieri di Montevarchi, nel frattempo allertata, insieme ad altre tre pattuglie disponibili coordinate dalla centrale operativa di San Giovanni, lo hanno visto correre e lo hanno subito fermato. Aveva anche buttato le banconote, meno di 100 euro di bottino.  

Solo dopo è saltato fuori che, oltre alla rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale per cui è statto arrestato e portato in camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di San Giovanni sino all’udienza tenutasi ieri presso il Tribunale di Arezzo, al termine della quale è stato portato in carcere ad Arezzo, lo stesso uomo era responsabile anche di un altro reato. 

Sempre i militari della Stazione di Montevarchi, infatti, hanno riconosciuto in lui l’autore di una truffa ad una novantenne montevarchina.  La donna, una settimana fa, era andata in una tabaccheria di Montevarchi per pagare un bollettino postale, ma l'aveva trovata chiusa. Il pregiudicato, che si trovava nei pressi del distributore di sigarette, l'aveva allora avvicinata spiegandole che era possibile pagare il bollettino anche con il distributore automatico per cui, raggirandola, si faceva consegnare settanta euro, toccando a caso i tasti del distributore e restituendo perfino 10 euro di resto: poi le aveva consegnato una finta ricevuta dietro un pezzo di carta.

Nei confronti dell’arrestato, che risulta residente in un altro comune del Valdarno aretino, per questo i Carabinieri della Compagnia di San Giovanni proporranno, in aggiunta, la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Montevarchi.

Cronaca

 
comments powered by Disqus
METEO & WEBCAM
OGGI
temporale
min: 19° * max: 30°
O
DOMANI
poco nuvoloso
min: 18° * max: 31°
H
DOPODOMANI
sole e caldo
min: 18° * max: 31°
B