08.08.2017  13:09

Taglio dei posti letto alla Sub-intensiva, Mugnai scrive alla Asl: "Ci auguriamo sia una situazione temporanea"

di Glenda Venturini
La prima cittadina di Figline e Incisa ha inviato stamani una lettera ai vertici dell'Azienda sanitaria, dopo il grido d'allarme partito ieri dai Cobas. Stando ai rappresentanti dei lavoratori, invece di incrementare il numero del personale, la Asl avrebbe preferito tagliare un posto letto


commenti

Leggi i Dossier:  Il destino incerto del Serristori

Data della notizia:  08.08.2017  13:09

È indirizzata alla Direzione generale dell’Ausl Toscana Centro la lettera che, questa mattina, la sindaca di Figline e Incisa Giulia Mugnai ha inviato per avere chiarimenti sulla riduzione dei posti letto  presso il reparto di terapia sub-intensiva dell’Ospedale Serristori, passati da 3 a 2.

Un taglio su cui ieri si era levata la denuncia dei Cobas: da settimane i rappresentanti dei lavoratori segnalavano un carico di lavoro inadeguato al numero del personale infermieristico, chiedendo nuove assunzioni. Ma la Asl avrebbe preferito tagliare un posto letto della sub-intensiva: una riduzione che si ripercuote sulla salute di quei degenti che necessitano di una costante supervisione medica, finalizzata ad accertarne lo stato di salute prima del reinserimento in reparto.

“Auspichiamo che si tratti di una situazione temporanea – ha scritto la sindaca Mugnai – e restiamo in attesa di conoscere le ragioni di questa decisione, oltre che le modalità e i tempi di ripristino previste per questo servizio”. Inoltre, nella lettera la prima cittadina sottolinea il ruolo fondamentale del Serristori per il territorio, ricordando che si attende ancora il potenziamento, previsto da anni, attraverso l’applicazione dei Patti territoriali, siglati nel 2013.

“Un passo che conferirà una precisa vocazione al presidio - conclude Giulia Mugnai - ridisegnandone servizi e specialistiche in funzione delle esigenze della comunità locale”. 

Cronaca / Politica / Sociale

 
comments powered by Disqus