08.02.2019  12:45

Progetto "Arco", partito il percorso di accompagnamento al lavoro per 80 donne e giovani svantaggiati

di Glenda Venturini
Presentato a Montevarchi, comune capofila, il progetto che ha ricevuto un finanziamento da 200mila euro della Regione Toscana, tramite Fondi Sociali Europei. Coinvolge comuni del Valdarno, Asl, Cooperative e aziende coordinate dalla Giovani Valdarno. E punterà a trovare lavoro a 80 persone in difficoltà economiche


commenti

Data della notizia:  08.02.2019  12:45

Aiutare ottanta persone in difficoltà economiche a (ri)entrare nel mercato del lavoro, sostenendole con formazione specifica e stage nelle aziende, incrociando le loro potenzialità e capacità con le necessità delle imprese sul territorio del Valdarno: è questo lo scopo del progetto "Arco", che ha ricevuto 200mila euro di finanziamenti del Fondo Sociale Europeo con il tramite della Regione Toscana che ha istruito il bando. 

"Quando abbiamo letto il bando, abbiamo pensato subito che fosse opportuno partecipare", hanno spiegato sindaco e vicesindaco di Montevarchi, Silvia Chiassai Martini e Stefano Tassi. Montevarchi è infatti il comune capofila: "Lo abbiamo ritenuto un modo concreto e fattivo per sostenere le persone che si sono trovate ad affrontare una crisi economica che ancora lascia il segno. Abbiamo presentato la proposta alla Conferenza dei Sindaci del Valdarno e ricevuto il via libera, in pochi giorni siamo riusciti ad allestire il progetto con la collaborazione di tutti i soggetti in gioco". 

 

 

Non sono pochi, in effetti, i protagonisti che hanno creato il gruppo di lavoro del progetto Arco: oltre ai comuni del Valdarno aretino, guidati da Montevarchi, c'è anche la Asl Toscana Sud Est, Distretto Valdarno; e una serie di cooperative e aziende con capofila la Giovani Valdarno. "Le ottanta persone - ha spiegato la presidente della cooperativa sociale, Anna Balocco - saranno contattate o intercettate attraverso i servizi sociali. Ci rivolgiamo principalmente a donne o giovani, in condizioni di disagio economico e con difficoltà ad accedere al mondo del lavoro". 

 

 

Per ciascuna delle persone coinvolte, il primo passo sarà quello di individuare competenze e capacità acquisite o personali; poi, circa la metà (quelli con capacità già spendibili sul mercato del lavoro) saranno avviate a stage in aziende interessate, con tutor che li affiancheranno, senza costi per le aziende stesse, visto che il budget del finanziamento coprirà queste spese; l'altra metà invece seguirà corsi di formazione specifici, in particolare per la manutenzione del verde e per l'Haccp, cioè per acquisire competenze specifiche nel settore alimentare. Sono infatti i due settori su cui si è già evidenziato l'interesse delle aziende. 

Nel progetto sono coinvolti Cooperativa Sociale Giovani Valdarno, Comune di Montevarchi, Conferenza dei Sindaci del Valdarno, Asl Distretto Valdarno, Cooperativa Koiné, Cooperativa Margherita, Consorzio Coob con le imprese che raggruppa, e due enti di formazione, Athena e Pegaso. 

Economia

 
comments powered by Disqus
Roberto Riviello
Controcorrente
Il fatto che Sting e sua moglie Trudy abbiano ottenuto la...
Alessio Bigini
Alessio Bigini Software/Electro Lab
Ciao a tutti, in questo articolo andremo a recensire un n...