05.02.2015  10:50

Poste Italiane dispone la chiusura degli uffici postali di Meleto, Mercatale, Campogialli e Pieve a Presciano

di Federica Crini
Oggi l'azienda ha comunicato l'intenzione di chiudere i quattro uffici postali entro 60 giorni per una produzione minore rispetto ai costi necessari per tenerli operativi. Già in azione i sindacati per tutelare i lavoratori, coinvolgere istituzioni e cittadini per cercare di limitare la decisione


La notizia è di oggi: la direzione di Poste Italiane ha comunicato l’intenzione di chiudere gli uffici postali di Meleto, Mercatale, Campogialli e Pieve a Presciano, rispettivamente nei comuni di Cavriglia, Montevarchi, Terranuova e Pergine. Inoltre ha deciso la razionalizzazione con orario dimezzato per altri uffici dislocati nella provincia d’Arezzo, tra Casentino e Valdichiana.

Saranno necessari 60 giorni prima che la chiusura sia effettiva, il tempo stabilito per legge per disporre gli opportuni avvisi. Già nei prossimi giorni i sindacati si mobiliteranno per tutelare i lavoratori, contatteranno sindaci e istituzioni coinvolgendo il più possibile anche i cittadini per cercare di evitare la chiusura “di un servizio fondamentale e universale per la popolazione”, come confermato da Claudio Rogialli, segretario dei postali della Uil, interpellato da Valdarnopost.
 
La causa principale è legata a un taglio dei costi che risultano superiori ai ricavi: questi uffici postali di centri minori non producono a sufficienza e, da qui, la decisione presa dall’azienda.
 
Aggiornamenti
Più di una settimana fa
Contrarietà e delusione espressa anche dal sindaco di Terranuova Sergio Chienni
Anche il sindaco di Terranuova Sergio Chienni ha affidato al social network la sua delusione per la chiusura dell'ufficio postale di Campogialli: "Nessun confronto coi Sindaci e ad oggi non è pervenuta nessuna comunicazione preventiva al riguardo. Un atteggiamento che contraria e non poco, a cui si aggiungono i disservizi rilevati dai cittadini circa il mancato o ritardato recapito della corrispondenza (che nel corso del tempo sono stati più volte segnalati dall'amministrazione a Poste Italiane). Ci stiamo attivando per convocare incontri congiunti con Regione Toscana e Poste e un incontro pubblico coi cittadini interessati".
Più di una settimana fa
Il commento del sindaco di Pergine Simona Neri: lunedì sera assemblea con i cittadini di Pieve a Presciano
Sul suo profilo, il sindaco di Pergine Simona Neri esprime la sua contrarietà alla notizia, nonostante le rassicurazioni precedenti di Poste Italiane sul fatto che "qualsiasi decisione sulla gestione degli uffici sarebbe stata comunicata preventivamente e concordata. Ripeto, contrariata e profondamente offesa per questo atteggiamento irrispettoso nei confronti delle Istituzioni e della popolazione comunale. Convoco gli abitanti di Pieve a Presciano lunedì 9 febbraio alle ore 21 nella sede della ex scuola elementare per approfondire il problema. Nell'occasione invito tutti i componenti del Consiglio Comunale alla compattezza."

Cronaca

 
comments powered by Disqus