16.07.2019  22:53

Nuova scuola di Levanella, il comune incassa un altro finanziamento: 106mila euro per la progettazione

di Glenda Venturini
Il finanziamento è con fondi Miur, copre la quasi totalità dei costi di progettazione. Incontro del sindaco Chiassai Martini con i cittadini. Intanto il Pd chiede di fare chiarezza su alcuni aspetti


commenti

Data della notizia:  16.07.2019  22:53

Arriva un finanziamento da 106mila euro per la progettazione della nuova scuola primaria di Levanella. Lo ha ottenuto l'Amministrazione comunale di Montevarchi partecipando, tre mesi fa, ad un bando del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, relativo ad un fondo nazionale di 50 milioni di euro per finanziare la progettazione degli interventi per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Il progetto presentato ha un importo complessivo di circa 126mila euro: il finanziamento ottenuto ne copre quindi la quasi totalità, i rimanenti 20mila euro resteranno a carico del bilancio comunale.

Il Sindaco Silvia Chiassai Martini ha espresso soddisfazione per il risultato conseguito, e ne ha parlato anche ai cittadini residenti a Levanella, nel corso dell'incontro dedicato proprio alla nuova scuola: “Ancora una volta - ha detto - concretizziamo l’impegno preso con la comunità di Levanella e l’ottimo gioco di squadra che stiamo facendo con i nostri uffici per risolvere definitivamente l’emergenza costruendo la nuova scuola. Un grande lavoro confermato dalla graduatoria nazionale che ci vede al decimo posto, con 73 punti, tra oltre 300 Comuni italiani che hanno ottenuto il finanziamento". 

Il costo previsto invece per costruire la nuova scuola, come già anticipato nelle scorse settimane, è di 1 milione e 739mila euro. "Su questo fronte abbiamo il riconoscimento già assegnato dalla Regione del contributo massimo di 500.000 euro per interventi urgenti e indifferibili nel settore dell’edilizia scolastica. Procediamo senza mollare la presa nel compito non facile di mettere in sicurezza il nostro patrimonio pubblico, con la massima priorità rivolta alle scuole", ha concluso Chiassai Martini. 

Sul progetto per la nuova scuola è intervenuto anche il Partito Democratico di Montevarchi, con le consigliere di opposizione Bertini e Neri che hanno criticato alcuni aspetti e posto domande al sindaco: "Con piacere apprendiamo che il progetto della nuova Scuola Primaria torna, dopo lungo e inutile girovagare, nella sede più naturale, quella prevista dagli strumenti urbanistici esistenti. Purtroppo, nel frattempo, l'Amministrazione ha speso tempo e soldi pubblici per una variante urbanistica lasciata a metà e per un paio di progetti in fretta e furia per altre localizzazioni irrealizzabili".

"In Consiglio Comunale, quando e se il progetto ci arriverà - aggiungono le consigliere - chiederemo perché una scuola comunale del 2020 non ha una palestra vera e propria da aprire anche all'utilizzo esterno; perché non ci sono spazi per laboratori o per la biblioteca scolastica; se è previsto un parcheggio oppure se è stato chiesto un parere alle maestre che in quella realtà operano; che fine ha fatto lo sbandierato progetto di integrare in un unica sede la Primaria e la Materna; da dove arriverà il milione e 200mila euro che ancora manca per finanziare il progetto e una data certa, se c'è, in cui la nuova scuola sarà pronta visto che fino ad allora i sempre meno bambini rimasti andranno a scuola nel polo industriale di Terranuova". 

 

Cronaca / Economia

 
comments powered by Disqus