18.04.2017  12:16

L'eccidio di Pian d'Albero raccontato con un fumetto: i disegni di Putignano costruiscono un ponte fra le generazioni

di Glenda Venturini
La storia di Aronne Cavicchi e della strage di Pian d'Albero, ad opera dei nazisti, è diventata un fumetto: nato sulla base delle ricostruzioni e dalle ricerche di Matteo Barucci e Gabriele Mori, che preparano un libro su questa pagina di storia. E presto alcuni pannelli dedicato all'eccidio saranno collocati nel passaggio pedonale alla stazione


commenti

Data della notizia:  18.04.2017  12:16

Una storia a fumetti, una graphic novel che racconta i terribili eventi dell'eccidio di Pian d'Albero, nelle colline figlinesi. Una strage ad opera dei nazisti, che nel giugno del 1944 portò all'uccisione di 39 persone, fra cui il dodicenne Aronne Cavicchi: tutti partigiani appartenenti alla Brigata Senigallia, sorpresi dai tedeschi mentre si trovavano rifugiati nel casolare di proprietà della famiglia Cavicchi. 

Una storia che oggi, con l'obiettivo di trasmetterla anche alle giovani generazioni, è diventata appunto un fumetto, quasi 50 pagine di racconto illustrato, finanziato dal Comune di Figline e Incisa e firmato da Pierpaolo Putignano. Il racconto nasce dall'approfondimento storico portato avanti con le ricerche di Matteo Barucci e Gabriele Mori che, con l’Istituto Storico della Resistenza, sono state commissionate nel corso della precedente amministrazione e sono destinate a diventare un libro. 

"Riqualificare fisicamente la strada che porta a Pian d'Albero è un'impresa complicata, per via dei grossi investimenti necessari e del fatto che in parte è privata, così come lo stesso casolare Cavicchi - ha spiegato la sindaca Giulia Mugnai - allora abbiamo deciso di lavorare sul fronte della conoscenza, costruendo una strada metaforica per Pian d'Albero, che conduca alla memoria collettiva".

"Il nostro obiettivo - ha sottolineato l’assessore alla cultura, Mattia Chiosi - è di far conoscere la storia di Pian d’Albero sia ai nostri cittadini, specie quelli più giovani, sia a chi per studio o per lavoro si trova a passare dal nostro territorio. Abbiamo scelto di farlo ricorrendo all’elemento grafico per rendere più immediato il messaggio e per attirare lo sguardo anche dei più distratti, perché la memoria di avvenimenti così tragici che hanno segnato la storia della nostra città venga mantenuta sempre viva". 

 

 

Il fumetto, insieme agli eventi per il 25 aprile, è stato presentato insieme all'Anpi. Il 72° anniversario della Liberazione si aprirà martedì 25 aprile alle 9,30 a Incisa, dove, in piazza Mazzanti, è prevista la deposizione delle corone. La mattinata di celebrazioni sarà accompagnata dagli interventi della sindaca Giulia Mugnai e del presidente dell’Anpi, Cristoforo Ciracì; sarà presente anche la presidente del Consiglio comunale, Cristina Simoni. Alle 11,30 le celebrazioni si sposteranno a Figline, con ritrovo in piazza IV Novembre e deposizione delle corone in piazza Bianchi, piazza Averani e in via Sarri, davanti al monumento L’Albero dell’Universo. Nel pomeriggio la festa si terrà invece al tendone del circolo Arci in via Olimpia a Incisa, con la presentazione del libro-fumetto sull’eccidio di Pian d’Albero alla presenza dell’autore Pierpaolo Putignano. 

Infine, sempre nel solco della promozione della memoria di Pian d'Albero, è in cantiere la riqualificazione del cosiddetto passaggio Proust, il percorso pedonale di Figline che va da piazza della Repubblica a piazza della Libertà, collegando il parcheggio dello Stadio alla Stazione ferroviaria. È lì infatti che saranno collocate una serie di pannellature grafiche, finalizzate a raccontare lo stesso eccidio.

 

Cultura

 
comments powered by Disqus