06.03.2021  18:01

Identificato e denunciato dai carabinieri uno degli autori del furto con scasso in una tabaccheria di Bucine

di Monica Campani
I fatti risalgono al mese di ottobre del 2019. Le indagini condotte dai carabinieri della compagnia di San Giovanni. Si cercano i complici


commenti

Data della notizia:  06.03.2021  18:01

A distanza di oltre un anno i carabinieri della compagnia di San Giovanni hanno identificato e denunciato uno degli autori del furto con scasso ai danni di una tabaccheria di Bucine.

I fatti risalgono al mese di ottobre del 2019. Nella notte un cittadino chiama la centrale operativa della compagnia dei carabinieri per segnalare la probabile presenza di ladri nell'esercizio commerciale, situato fuori dell'abitato del paese. Nonostante la celerità dell'azione, all'arrivo dei militari i ladri riescono a fuggire in fretta lasciando in parte la refurtiva trafugata sul posto e portando via alcune centinaia diu euro e qualche stecca dio sigerette.

I carabinieri della stazione di Bucine danno così subito il via alle indagini che si protraggono per mesi con sopralluoghi, confronti investigativi con i colleghi di altri reparti dei carabinieri della provincia di Arezzo, sessioni di sommarie informazioni con quei pochi testimoni che hanno potuto rendersi utili, filmati di videosorveglianza, e dati del traffico telefonico registrato nell’area nei momenti subito antecedenti e subito successivi al furto.

"È stato così possibile ricostruire come i malviventi, qualche giorno prima avessero condotto un sopralluogo sul luogo del furto - spiegano i carabinieri -  e come qualche giorno dopo avessero colpito, utilizzando la stessa autovettura e, alcuni, gli stessi indumenti. In particolare, è stato possibile risalire con assoluta certezza ad uno dei correi, un albanese di 25 anni, con precedenti di polizia. La chiarezza del quadro indiziario non lascia dubbi, l’uomo è uno dei componenti della banda che ha portato a termine il furto".

L'uomo è stato immediatamente denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per furto aggravato. Proseguono intanto le indagini per identificare i complici.

 

 

Cronaca

 
comments powered by Disqus
ULTIME NOTIZIE