22.05.2020  15:31

Biblioteche, verso la riapertura graduale: prestito su prenotazione e servizio consegna a domicilio

di Matteo Mazzierli
Da lunedì 25 maggio prestito e riconsegna anche al bancone, ma le sale lettura resteranno ancora chiuse


commenti

Leggi gli Speciali:  Covid-19: tutte le informazioni

Data della notizia:  22.05.2020  15:31

Sarà una riapertura graduale, privilegiando le modalità di prenotazione e consegna a domicilio, quella che interesserà le biblioteche comunali di Figline e Incisa Valdarno. Da lunedì 25 maggio sarà infatti possibile per tutti i cittadini prendere in prestito libri e dvd non solo con il servizio di consegna a casa, tuttora attivo, ma anche recandosi direttamente alla “Ficino” di via Locchi e alla “Rovai” di piazza Parri. Per richiedere un prestito sarà necessaria la prenotazione (055.9125291 oppure biblioteca.ficino@comunefiv.it per Figline; 055.9125446 oppure biblioteca.rovai@comunefiv.it per Incisa), mentre per la riconsegna di libri e dvd ritirati prima del lockdown saranno disponibili degli appositi contenitori agli ingressi negli orari di apertura delle due biblioteche: lunedì e mercoledì dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 19, invece martedì, giovedì e venerdì dalle 8 alle 13.

Per l’accesso alle due biblioteche si raccomanda di attenersi in modo scrupoloso alle disposizioni anti Covid, con particolare attenzione all’uso della mascherina, l’utilizzo di gel igienizzante (presente presso le strutture) e al mantenimento della distanza interpersonale di 1 metro; tutte le informazioni saranno comunque fornite sia dal personale, sia affisse presso le biblioteche.

Dal 25 maggio resterà ancora attivo il servizio di consegna a domicilio di libri e dvd: per attivarlo basta chiamare lo 055.9125291 il lunedì e il mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 indicando il titolo del libro (o del dvd, o del cd) e l’indirizzo per la consegna; il materiale arriverà tramite personale del Comune generalmente nelle mattinate del martedì o del giovedì. Si potranno prendere in prestito un massimo di 5 tra libri, dvd e cd ed i più esperti potranno sceglierli direttamente online attraverso i cataloghi delle due biblioteche disponibili su https://opac.comune.fi.it/openweb/ , ai quali si accede utilizzando le credenziali rilasciate al momento dell’iscrizione alle biblioteche (chi non dovesse ritrovare le credenziali può contattare lo 055.9125290).

Per la riconsegna del materiale non c’è fretta: libri, dvd e cd possono essere riconsegnati entro 30 giorni in occasione di un nuovo ordine, oppure restituirli direttamente alla biblioteca di provenienza. Il materiale, che in ogni fase sarà trattato dal personale nel pieno rispetto delle disposizioni anti-Covid, sarà sottoposto anche ad un protocollo di quarantena. Con nessuna delle due modalità (in presenza o tramite consegna a casa) potrà essere garantito il prestito interbibliotecario.

“Essendo in fase ripartenza abbiamo deciso di iniziare a riaprire, seppur gradualmente, anche le nostre biblioteche comunali – spiega l’assessore Francesca Farini -. Al momento non sarà possibile accedere alle sale lettura, ma i nostri utenti potranno recarsi fisicamente alla ‘Ficino’ di Figline e alla ‘Rovai’ di Incisa per iscriversi, per riconsegnare o per richiedere dei materiali in prestito."

"Ricordo, comunque, che resta attivo il comodo servizio di consegna libri, dvd e cd a domicilio, partito il 4 maggio e che ha già registrato un totale di oltre 120 richieste - conclude Farini - Colgo l’occasione per ringraziare gli autisti degli scuolabus comunali, che in questo periodo si sono resi disponibili sia per la consegna delle spese a domicilio delle persone in isolamento o in difficoltà sia per la consegna del materiale bibliotecario e, in generale, tutto il personale delle biblioteche che in questi mesi ha continuato a lavorare per promuovere la lettura anche a ‘battenti chiusi’, sia online che offline”.

Cronaca / Cultura

 
comments powered by Disqus
Julian Carax
Un.Dici
È vero, per quanto possiamo indignarci, a noi uomini bian...
Roberto Riviello
Controcorrente
Quarant’anni fa, a Milano, moriva ammazzato Walter ...