01, Dicembre, 2021

Weekender di fine novembre, dedicato alla lotta alla violenza sulle donne ma non solo

spot_img

Più lette

VENERDì 26 NOVEMBRE

A Palomar, Casa Della Cultura di San Giovanni alle ore 17,30 si svolgerà l’incontro “La violenza nella pandemia” organizzato dalla Consulta Pari Opportunità insieme al Comune e in collaborazione con l’Associazione Pronto Donna Arezzo. Dopo i saluti del sindaco Valentina Vadi e dell’assessore alle pari opportunità Laura Ermini, interverranno l’avvocato Piera Santoro, vicepresidente Cav Associazione Pronto Donna Arezzo, la dottoressa Elisa Serafini, direttrice Cav Associazione Pronto Donna Arezzo, la dottoressa Laura Del Veneziano psicologa e presidente della Consulta Pari Opportunità di Sgv, la dottoressa Francesca Salvini psicologa e psicoterapeuta, vicepresidente della Cooperativa LiberaMente Onlus – Cav Pavia. Modererà l’incontro Laura Occhini, docente dell’Università di Siena.

Per il ciclo di iniziative dedicato a Fibonacci, venerdì 26 novembre, alle 17 al Centro di Geotecnologie di San Giovanni, il professor Giuseppe Conti dell’Università di Firenze farà un intervento sul tema “Passeggiando attraverso l’arte in compagnia di Fibonacci”. Modererà l’incontro il professor Francesco Simoni docente di Arte e Immagine alla scuola Media Marconi.

 

SABATO 27 NOVEMBRE

“Amore non è violenza – Non restiamo a guardare!” è l’evento promosso dal Circolo Arci di Incisa con il patrocinio del Comune di Figline e Incisa che si svolgerà sabato 27 novembre alle ore 17 presso il salone polivalente della Arci incisana. Un incontro di dialogo, dibattito e approfondimento sul tema della violenza sulle donne e di genere, che vedrà la partecipazioni della giornalista di Rai 3 Bianca Berlinguer, dell’assessore regionale Serena Spinelli, dell’avvocatessa Carlotta Corsani e di una rappresentante del Centro Antiviolenza Artemisia. L’incontro, moderato dal giornalista e scrittore Gianni Somigli, sarà impreziosito dalle letture dell’attrice teatrale Elisabetta Becattini e da una coreografia di Cristina Borgia.

Al via “… dove eravamo rimasti” la 6° stagione del Teatro Comunale di Laterina, curata da Dritto e Rovescio, in collaborazione con il Comune di Laterina Pergine Valdarno, direzione artistica di Riccardo Vannelli. La stagione si apre sabato 27 novembre con “Ricordando l’amico Marcello “MANO” Nocentini”, una serata a ricordo di Marcello Nocentini, laterinese e uomo di teatro, che tanto ha fatto per far crescere il teatro comunale di Laterina sia con la sua compagnia Monti, sia per aver voluto fortemente una rassegna di teatro del territorio, che porta il nome di un’altra laterinese legata non solo al teatro ma alla cultura in genere; il premio Rosetta Roselli.

Alla Biblioteca comunale di Bucine la presentazione del volume curato “Si è passato la gioventù in quei boschi: racconti di vita della scuola popolare di Rapale 1952-1953″ a cura di Firenze Poggi in cui si ripercorre, attraverso testimonianze e documenti, un’ importante esperienza didattica che ha contribuito al processo di alfabetizzazione del territorio, consentendo il completamento dell’istruzione elementare a chi era uscito prematuramente dal sistema scolastico. L’incontro, ricco di interventi e contributi, si svolgerà presso il Teatro Comunale di Bucine, sabato 27 novembre alle ore 17,00. Qui il programma. 

Il Museo Venturino Venturi di Loro Ciuffenna chiude le sue celebrazioni del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri con “La Divina Commedia di Venturino”, che sarà inaugurata sabato 27 novembre alle ore 17.00 presso la Pinacoteca del Museo Venturi. La mostra, che sarà allestita nella Pinacoteca e nel museo Venturi, rimarrà aperta fino al 6 febbraio 2022.

Nell’ambito della sesta edizione della rassegna “Materiali in scena” al Teatro di Cavriglia, rassegna promossa dalla Materiali Sonori e Amministrazione Comunale, sabato 27 novembre sul palco il cantautore livornese Bobo Rondelli. Il suo spettacolo si dipanerà fra il nuovo album “Cuore libero”, le sue canzoni più conosciute e la sua autobiografia “Cos’hai da guardare”. Sarà accompagnato da Claudio Laucci al piano e da una prolusione a cura di Enzo Brogi. Ingresso unico 10 €, prevendite a cura di Materiali Sonori  (055 9120363 / 349 807164) mail info@matson.it obbligatorio il Green Pass.

 

DOMENICA 28 NOVEMBRE 

In occasione della Festa della Toscana, Montevarchi torna ad accogliere i gruppi di rievocazione storia provenienti da tutta la provincia di Arezzo con centinaia di figuranti in costume. L’arrivo in centro storico è previsto a partire dalle ore 10, poi sono previste per l’intera giornata sfilate, dimostrazioni, esibizioni. La chiusura con la tradizionale parata storica che partirà intorno alle 16,30.

Un lungo filo unirà Figline e Incisa, intrecciato un pezzo alla volta da chiunque vorrà unirsi alla grande performance collettiva  “Il filo delle donne”, organizzata dal Coordinamento Associazioni di Volontariato Valdarno Fiorentino con il patrocinio del Comune, al termine di una settimana di appuntamenti per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Ciascun partecipante aggiungerà un pezzetto di filo realizzato da sé, di qualsiasi materiale e colore, da intrecciare fino a coprire tutta la distanza. Partenza alle 9.30 dall’installazione contro i femminicidi del giardino di via Vittorio Veneto a Figline, arrivo alla panchina rossa del giardino di Villa Campori, a Incisa intorno a mezzogiorno. Il percorso prevede le fermate: ore 9.40, Chiesa Ponterosso a Figline; ore 10.10, parcheggio Decathlon a Figline; ore 10.40, parcheggio Polo Alfiero Bianchi a Figline; ore 11.10, giardino pubblico La Massa a Incisa; ore 11.45, parcheggio località Focardo a Incisa.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati