22, Giugno, 2024

Il Centrodestra per San Giovanni interviene sul diverbio Vannelli – Vadi:” Danno uno spettacolo indecoroso di battibecchi puerili e inadeguati”

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

A San Giovanni Valdarno la Lista della Sindaca Vadi e i Civici Sangiovannesi discutono a proposito di contraddittorietà e discarica. Vittorio Tinagli dice la sua insieme al Centrodestra per San Giovanni. 

“È bastato non fare niente per far capire l’ipocrisia della sinistra e delle liste civiche San Giovanni. Si legge ne l’arte della guerra di Sun Tzu, “Le opportunità si moltiplicano mentre vengono colte” e come centrodestra per San Giovanni Valdarno non si può non rilevare come la lista della sindaca Vadi anch’essa fintamente civica ma contigua al PD attacchi le liste civiche Sangiovannesi per i loro eventi surreali con esponenti di quella politica di cui hanno rifiutato i simboli. “Un esercito confuso conduce all’altrui vittoria”, ci ricorda ancora Sun Tzu e la confusione regna in questi due gruppi di sinistra/centro sinistra. La lista della sindaca Vadi vorrebbe fare dimenticare di essere contigua a quel PD che ha sempre tradito San Giovanni Valdarno e i suoi cittadini come visto in merito alla incapacità di contrastare la discarica di Podere Rota e all’incapacità di rivendicare una Sanità più efficiente, mentre le liste civiche Sangiovannesi invitano esponenti politici, più o meno sconosciuti e candidati alle europee di quei partiti con i simboli che non hanno voluto nella coalizione, solo per darsi un tono politico e attrarre voti di quei partiti: insomma due armate Brancaleone che parlano bene e razzolano parecchio male. Imbarazzanti.”

”Come centrodestra per San Giovanni Valdarno non si può che sottolineare come:
1) la lista della Sindaca Vadi farebbe bene a tacere e a chiedere scusa ogni giorno ai cittadini di San Giovanni Valdarno per le volte che, su tanti temi, la Sindaca Vadi ha obbedito agli ordini del PD e sacrificato gli interessi dei Sangiovannesi;
2) i civici Sangiovannesi dimostrano di essere un inganno, a parole contro i partiti, ma in verità una accozzaglia di personaggi in cerca di autore, gruppo di ex appartenenti (inadeguati) di varie formazioni politiche che cercano un nuovo posto al sole per contare di nuovo nel panorama politico locale e forse regionale;
3) certi candidati alle europee, infine, dovrebbero stare più attenti a quello che fanno: sia l’esponente di Italia viva che quello di Fratelli d’Italia, l’ex senatore Vescovi, hanno dimostrato di essere candidati inadeguati, gente che pur di raccattare qualche preferenza si presta a iniziative organizzate con formazioni politiche, solo a parole civiche, che attaccano i partiti tradizionali. “

Concludono:” Delude in particolare il Sig. Vescovi che si è prestato ad una iniziativa organizzata con un candidato sindaco contrapposto a un candidato espressione del partito che lo ha candidato, Fratelli d’Italia, dimostrando la sua inadeguatezza umana e inaffidabilità politica: durante la presentazione Vescovi mai ha ricordato che, comunque, il suo partito sostiene il candidato Vittorio TINAGLI, come almeno avrebbe dovuto fare per onestà e chiarezza. In tutto questo battibeccare di pseudo galli, poco più che pulcini, in un pollaio troppo limitato di centro sinistra, l’unico candidato a Sindaco, credibile e coerente, è Vittorio Tinagli, espressione di un centrodestra che, unito, si candida a governare San Giovanni Valdarno con competenza e preparazione, per essere il Sindaco di tutti e non di pochi, che ha nel cuore e nell’anima solo il bene di San Giovanni Valdarno e dei suoi cittadini. “

Articoli correlati