23, Febbraio, 2024

Si è concluso “Wonder”, innovativo progetto cinematografico dell’IC Reggello con MACMA

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si è concluso “Wonder”, ambizioso progetto di educazione al linguaggio cinematografico che ha visto coinvolto direttamente l’IC Reggello, scuola capofila, assieme ad altri quattro istituti del Valdarno, con la collaborazione di MACMA.

“Wonder”, vincitore della scorsa edizione del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola “CinemaScuola LAB- Infanzia e primarie”, promosso dal MIC e MIM. Il progetto “Wonder”, il cui titolo si rifà a un film omonimo di Stephen Chbosky, è stato reso possibile grazie alla collaborazione con MACMA, una realtà attiva nel territorio da oltre 15 anni in ambito cinematografico, e che ne ha curato le principali fasi evolutive artistiche, didattiche e organizzative. Il progetto ha coinvolto le classi :5 A Leccio-IC Reggello, scuola capofila; 5 A-B dell’IC Dante Alighieri di Cavriglia; 5 B del Vinci IC Magiotti di Montevarchi; 5 A Don Milani IC Masaccio di San Giovanni Valdarno e la 5 D De Amicis dell’IC Mochi di Levane e molte realtà ed esperti dell’audiovisivo e dello storytelling per parole, immagini, suoni, per l’infanzia nel territorio regionale e nazionale. Fondamentale il contributo di Igor Biddau come responsabile scientifico, regista e produttore di cinema, che ha a curato alcuni degli incontri didattici con gli studenti dei 5 Istituti della zona coinvolti.

L’obiettivo principale di “Wonder” è stato quello di promuovere la conoscenza e l’insegnamento del linguaggio cinematografico, non solo come elemento indispensabile del bagaglio culturale di ogni individuo, sin dalla più giovane età, ma come strumento prezioso di espressione, racconto del sé e valorizzazione delle sfere emotive e
sensoriali dei bambini. Il percorso didattico del progetto ha, poi, comportato lezioni frontali di cinema, cineforum, incontri laboratoriali, escursioni e riprese audiovisive che hanno avuto per protagonisti oltre 100 studenti del quinto anno della scuola primaria (una classe per Istituto). Quindi, “Wonder” è stato un’occasione per osservare e ascoltare diversamente se stessi e il circostante, ricercare nuove letture della realtà, compiere un viaggio più profondo, empatico ed emozionante nel quotidiano, nel difficile passaggio dall’infanzia all’adolescenza.

L’intero cammino con studentesse e studenti si è sviluppato lungo due terre confinanti, reale e fantastico, indagando ciò che le separa e come si influenzano quotidianamente. Ma anche la maglia di relazioni e affetti che le alimentano, cosa accade quando si cresce. Preziosa, in tal senso, è stata anche la collaborazione della scrittrice per l’infanzia e poetessa Silvia Vecchini, che ha curato il primo incontro laboratoriale di “Wonder” e che, con la sua ultima opera “Jole” affronta una delicata storia al femminile di “coming of age”, la quale a sua volta ha influenzato l’intero percorso didattico del progetto.

“Wonder” giunge si a conclusione in questi giorni, ma nei prossimi mesi è prevista la presentazione di un lavoro audiovisivo del progetto, curato da Tommaso Orbi, che ne raccoglie attraverso più sguardi e punti di vista i principali step e racconti in immagini e suoni realizzati durante le attività delle giovani studentesse e studenti.

Tale progetto è stato reso possibile grazie alle Amministrazioni comunali, ai docenti delle scuole, alle famiglie degli studenti e a diverse figure del settore: Igor Biddau (Responsabile scientifico); Valentina Cimarri e Stefania D’Adorante (Referenti di progetto per IC Reggello); Tommaso Orbi e Fulvia Orifici (Organizzazione e coordinamento) e MACMA , Firenze Produzioni Cinematografiche, Varchi Comics , Valdarno Cinema FF, Materiali Sonori, Cinema Teatro Excelsior, Cinema Teatro Masaccio, le realtà coinvolte. Inoltre, anche il sostegno di docenti esperti è stato fondamentali: Raffaello Alberti (esperto CIPS MIM e MIC); Samuele Benucci (guida ambientale – escursioni); Igor Biddau (regista e produttore di cinema); Olimpia Bonechi (storyteller, operatrice culturale in ambito cinematografico); Luca De Crescenzo (animatore, regista, produttore); Roberto Donati (esperto CIPS MIM e MIC); Flavia Luglioli (fumettista e illustratrice); Daniele Malvisi (docente e musicista); Luigi Nepi (esperto CIPS MIM e MIC); Tommaso Orbi (regista, dop, montatore, docente, operatore culturale); Riccardo Palladino (esperto CIPS MIM e MIC); Andrea Peru (Università di Firenze); Silvia Vecchini (docente, scrittrice e poetessa).

Foto e frame sono stati forniti da MACMA

Articoli correlati