03, Marzo, 2024

Novità Open Days 2023 all’Isis Valdarno: visite alla scuola, video appositi, lezioni aperte e non solo

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Al via gli Open Days presso l’Isis Valdarno per tutti i giovani studenti e studentesse delle scuole medie in procinto di scegliere il loro percorso di studi. L’istituto aprirà le sue porte durante il weekend, ma non solo: in arrivo tante novità con al centro gli attuali studenti dell’Isis, che presenteranno la loro scuola.

Presso i Future Labs dell’Isis Valdarno, è stato presentato il nuovo programma per gli Open Days 2023 dalla vicepreside Bellacci e tutti i docenti referenti dei diciassette indirizzi dell’istituto, che si diramano nei tre corsi Tecnico Tecnologico, Tecnico Economico e Professionale. L’Isis Valdarno, così, aprirà le sue porte nei prossimi weekend a tutti i giovanissimi studenti e studentesse delle medie che prossimamente dovranno scegliere come proseguire il loro percorso di studi alle scuole superiori. Sarà possibile partecipare alle micro-visite guidate (previa prenotazione tramite Google Form) nelle seguenti date: sabato 25 novembre (ore 15:00 – 19:00); sabato 2 dicembre (ore 15:00 – 19:00); sabato 16 dicembre (ore 15:00 – 19:00); sabato 13 gennaio (ore 15:00 – 19:00); sabato 20 gennaio (ore 15:00 – 19:00); domenica 3 dicembre (ore 9:00 – 12:00) e domenica 14 gennaio (ore 9:00 -12:00). La domenica, però, le micro-visite si terranno solo presso la sede centrale di viale Gramsci, 77/A. Inoltre, l’Isis Valdarno ha pensato anche di organizzare delle lezioni aperte nei Laboratori per favorire scelte più consapevoli alle studentesse e agli studenti interessati.

Lucia Bellacci Vicepreside Isis Valdarno: “Anche quest’anno il nostro istituto organizza una serie di eventi per la presentazione dell’offerta formativa agli studenti e studentesse della scuola secondaria di primo grado. Le attività prenderanno inizio con una presentazione online del nostro istituto, per poi proseguire in presenza con gli Open Days. Essi si terranno il sabato e la domenica con un calendario pubblicato sul nostro sito istituzionale e sui nostri social media. Durante gli Open Days i visitatori incontreranno i docenti e gli studenti dei nostri diciassette indirizzi, che presenteranno le principali caratteristiche dei nostri corsi di studio e risponderanno a tutte le domande dei ragazzi interessati. L’istituto sta anche organizzando delle lezioni aperte per permettere ai ragazzi di frequentare per un giorni le nostre lezioni nei laboratori e quindi di conoscere più da vicino la scuola, di comprendere cosa significhi essere uno studente dell’Isis valdarno e quindi fare anche scelte più consapevoli”. Il momento degli Open Days rimane una tappa importante per i giovani studenti e studentesse delle scuole medie, prossimi alla scelta personale delle scuole superiori: “Sono giornate fondamentali affinché proprio i ragazzi possano entrare nella scuole e vederla- prosegue la vicepreside Bellacci- quindi conoscere i docenti e gli studenti che per primi spiegheranno cosa vuol dire entrare nella scuola e quali siano le materie fondamentali, inclusi i nostri laboratori, attrezzati con le migliori tecnologie per permettere lo sviluppo di diverse competenze nei diciassette indirizzi nei percorsi tecnico-tecnologico, tecnico-economico e professionale”.

 

Grande novità di quest’anno è un nuovo spirito di partecipazione degli attuali studenti dell’Isis, grazie alla produzione di molteplici video in cui proprio loro presenteranno ai futuri studenti la loro scuola, indirizzo per indirizzo. Inoltre, sempre gli studenti diffonderanno tramite portale istituzionale e social media, brochure, opuscoli testi prodotti proprio da loro. Quindi si tratterà di studenti che parlano ad altri studenti, sempre col supporto costante dei docenti. Un ruolo importante per gli Open Days verrà rivestito anche dai social media, grazie alla distribuzione appunto di video realizzati appositamente per presentare i vari indirizzi della scuola con protagonisti gli studenti dell’Isis. In merito Nicola Impallomeni Docente di Elettronica ed elettrotecnica ISIS Valdarno: “I ragazzi dell’Isis Valdarno, quest’anno, in prima persona proporranno la loro scuola, quindi ognuno di loro è stato oggetto di piccoli video girati da una troupe televisiva e verranno poi proposti a uno a uno ogni giorni, così che ogni studente presenti la propria scuola, ma soprattutto ognuno presenti il proprio indirizzo. Dato che la scuola ha tanti indirizzi, avremo di conseguenza altrettanti video. Avremo anche tante piccole comunicazioni che gli studenti hanno realizzato sotto forma di dépliant, brochure, post su Instagram e sul nostro sito istituzionale. Ogni giorno avremo uno spot per ogni indirizzo della nostra scuola”.

 

Alla presentazione, inoltre, tutti i docenti di riferimento dei vari indirizzi dell’Isis Valdarno hanno specificato cosa prevede il loro corso studio: 

Prof. Francesco Tonelli – Dipartimento di Meccanica e Meccatronica:” Per la meccanica l’offerta formativa dell’Isis Valdarno si propone in tre corsi: un corso professionale di Made in Italy, un corso tecnico meccanica meccatronica e un corso di meccanica ed energia”.

Prof. Andrea Maddii – Dipartimento Acconciatori ed Estetisti – “Il dipartimento di operatore del benessere con i suoi due indirizzi: acconciatori ed estetica – propone il conseguimento della qualifica professionale con la Regione Toscana. Insieme allo studio del capello e della pelle anche un occhio sempre attento alla moda e al make-up e con le tante ore si stage i nostri ragazzi si affacciano già al mondo del lavoro”.

Prof. Sandro Nesterini – Dipartimento Elettronica ed Elettrotecnica:”Un corso che prevede due articolazioni: quella di elettrotecnica e robotica e quella di elettronica e robotica. In entrambe le articolazioni la curvatura robotica permette un approfondimento sull’automazione industriale e la robotica educativa”.

Prof.ssa Sara Bernasconi- Dipartimento Chimica, Materiali e Biotecnologie Sanitarie:” Si tratta di un indirizzo che offre competenze in campo tecnico scientifico e presenta due articolazioni: quella di chimica e materiali – strategica per l’immediata immissione nel mondo del lavoro dal momento che le aziende del territorio hanno una forte richiesta di periti chimici; e quella di biotecnologie sanitarie che prepara al lavoro del futuro. Le competenze nella ricerca e nel lavoro sanitario saranno sempre più richieste. Entrambe le articolazioni aprono le porte alle facoltà universitarie tecnico-scientifiche e sanitario-mediche”.

Prof. Silvia Chialli Frangipani – Dipartimento Moda: “Il Dipartimento Moda dell’ISIS Valdarno offre la possibilità di iscriversi a due percorsi. Il primo è quello professionale ‘Industria e artigianato per il Made in Italy’ e l’altro è il tecnico tecnologico del sistema moda. Sono percorsi che rispondono alle esigenze del nostro territorio, formato da tantissime aziende che lavorano per tutta la filiera del sistema moda, a partire dal tessile, la confezione e la commercializzazione. Dunque le porte che si aprono alla fine del percorso di studi sono molte: sia per grandi gruppi, grandi brand che aziende che collaborano con questi. I percorsi sono diversi: dal tecnico moda vengono formati periti del sistema moda e al professionale vengono formate figure di operatori che andranno a lavorare fattivamente per la realizzazione dei prodotti”.

Prof. Mastrocinque Gaetano Maria – Grafica e Comunicazione – “In qualità di ISIS Valdarno decidiamo di dare una risposta alle esigenze del territorio poiché oggi gli studenti del Valdarno, se volessero intraprendere questo tipo di percorso di studi dovrebbero volgere il loro sguardo a Arezzo o Firenze, dunque la nostra volontà è quella di dare una risposta forte. Si tratta di un percorso di studi che unisce tecnica e teoria e introduce all’attività di produzione multimediale affiancata da attività laboratoriali”.

Prof. Nicola Impallomeni – Professionale Elettrico ed Elettronico:” Questo indirizzo forma persone altamente richieste sul mercato locale e territoriale perché la figura del manutentore è quella che associa meccanica, elettronica, elettrotecnica, impiantistica, robotica. Questi ragazzi impareranno un po’ di tutto in modo da potersi piazzare benissimo sul mercato del lavoro”.

Prof.ssa Clio Mugnai – Dipartimento Informatica:”Questo indirizzo forma gli studenti per una nuova immissione nel mondo del lavoro. Vengono forniti agli studenti delle competenze altamente tecniche per la realizzazione, in particolare modo di applicativi software, web design e progettazione di rete. Tutto finalizzato alla ricerca di un lavoro in tempi brevi o affrontare in maniera vincente un percorso universitario specialmente in ambito tecnico.Inoltre nell’articolazione elettrotecnica progettiamo impianti civili industriali, collaudiamo e studiamo macchine elettriche statiche e rotanti e ci interessiamo all’energia eolica e solare”.

Prof. Marco Orsino – Dipartimento Sistemi Informativi Aziendali/Sportivo: “L’indirizzo SIA si presenta come un indirizzo polivalente, che combina indirizzi diversi tra loro. Nel nostro caso, avendo una curvatura sportiva, il corso SIA offre istruzione sia nell’ambito dell’informatica applicata all’economia, sia nell’ambito delle scienze motorie”.

Prof.ssa Patrizia Pela – Dipartimento di Amministrazione, Finanza e Marketing: “Il corso amministrativo dà competenze giuridiche, economiche, informatiche e linguistiche (inglese e francese) che sono molto richieste dalle aziende del territorio. Proprio per questo offre grandi opportunità lavorative. Si occupa molto di economia solidale e green economy e le principali attività laboratoriali riguardano le strategie di marketing e l’utilizzo di un software aziendale di Zucchetti”.

Prof.ssa Tiziana Valentini – Dipartimento Turismo: “Il Turismo all’ISIS Valdarno viene affrontato in un percorso quadriennale che consente di inserirsi nel mondo del lavoro o di continuare gli studi post diploma un anno prima. Questo grazie a una rimodulazione degli orari e del piano di studi. Un turismo che comprende tre lingue straniere, arte e territorio, geografia turistica, economia, diritto e informatica. Il nostro patrimonio artistico, storico, culturale, enogastronomico, ambientale – sarà il futuro”.

Articoli correlati