20, Maggio, 2022

Fimer, Prima Montevarchi esprime “solidarietà e sostegno ai lavoratori”

spot_img

Più lette

In una nota il movimento politico Prima Montevarchi interviene sulla crisi della Fimer di Terranuova. “Ci sono tanti concittadini con le loro famiglie, e tra questi anche diversi iscritti al nostro Movimento, che stanno rischiando il posto di lavoro per la grave crisi della Fimer, e a loro va tutto il nostro sostegno e la nostra solidarietà che già si era esternata da subito fin dalla manifestazione del 29 novembre con la presenza della nostra dirigente di P.M. nonché vicesindaco Cristina Bucciarelli, in rappresentanza del Comune di Montevarchi”.

“Siamo attenti al lavoro delle Istituzioni, dai Comuni alla Provincia e al Mise, e operosi nel ricercare suggerimenti e soluzioni per trovare tutte le opportunità per risolvere la crisi, nell’interesse delle 800 famiglie coinvolte e dell’economia della vallata. Certo è che l’origine della crisi non si può addossare soltanto alle difficoltà di reperimento delle materie prime o agli eventi negativi legati alla pandemia. Un’azienda costituitasi da poco tempo dalla separazione di un colosso come la ABB, che costruisce ottimi prodotti e che ha tanto mercato in una epoca rivolta alla green economy, che è decollata con disponibilità di risorse consistenti, non ha dimostrato una capacità gestionale adeguata a quanto serviva”, sostiene Prima Montevarchi.

“Ci sono responsabilità che andranno individuate e risolte, ci sono aspetti che fin dalla separazione di ABB e FIMER ci hanno lasciato interrogativi che andrebbero chiariti e infine non è possibile che le crisi aziendali debbano esplodere così, senza alcuna preoccupazione di segnalare fin dai primi sintomi i problemi sorgenti a chi governa il territorio. Auspichiamo pertanto – conclude la nota – una risoluzione della crisi risolvendo le criticità che l’hanno generata per l’interesse delle 800 famiglie e la difesa del lavoro e della economia del Valdarno”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati