25, Settembre, 2022

Vincenzo Ceccarelli presenta programma e candidati di coalizione davanti all’IVV

Più lette

In Vetrina

“Ho accettato questa candidatura perché voglio mettere al servizio della gente la mia conoscenza del territorio acquisita lungo il mio percorso di amministratore, ascoltando i cittadini giorno per giorno, affrontando i problemi e lavorando costantemente per valorizzare le peculiarità e le ricchezze di questa terra”. Con queste parole Vincenzo Ceccarelli, attuale capogruppo del Pd in Consiglio Regionale, ha spiegato la propria decisione di candidarsi, con il sostegno della coalizione di centro-sinistra composta da Pd, Alleanza Verdi – Sinistra, + Europa e Impegno Civico, nel collegio uninominale che comprende la provincia di Arezzo e i comuni fiorentini di Figline-Incisa e di Reggello. (Collegi e candidature)

La presentazione è stata fatta davanti all’IVV “un luogo simbolo della situazione che viviamo oggi in Italia – ha sottolineato Ceccarelli – dove le aziende e i cittadini si trovano a fronteggiare una situazioni di emergenza senza precedenti a causa dell’aumento insostenibile dei costi dell’energia”.

Vincenzo Ceccarelli, poi, ha continuato: “Dobbiamo ancora affrontare le conseguenze della pandemia ancora oggi in corso, cui si è aggiunta la guerra – ha spiegato Ceccarelli – e i ci sono sfide che non possono essere perse. Per questo è importante avere una rappresentanza forte del territorio nel futuro parlamento.  Questa volta il voto ha un significato particolare e i cittadini lo devono sapere. Per quanto mi riguarda, ho chiare le priorità su cui dovremo concentrare l’azione del futuro governo. A cominciare della tutela del bene supremo della salute, come ci ha confermato la drammatica esperienza vissuta con la pandemia di covid19, con il rafforzamento della sanità pubblica; il lavoro, altro bene primario, che deve garantire un salario minimo capace di consentire condizioni di vita dignitose a chi lavora; l’indipendenza energetica, attraverso lo sviluppo delle energie rinnovabili e di tutte le iniziative che possano rendere sostenibili i costi dell’energia elettrica e del gas, divenuti oggi un peso insopportabile per cittadini e aziende; una scuola forte e moderna che sappia garantire ai nostri ragazzi pari condizioni per formarsi ed entrare nel mondo del lavoro e i diritti civili. Su questi temi vorrei battermi con la passione che mi ha sempre contraddistinto e che mi sostiene nel mio impegno quotidiano”.

“Oggi il Paese ha di fronte a sé passaggi di valore epocale, le famiglie devono fare i conti con gli effetti della pandemia di covid19 e l’aumento dei costi dell’energia e la ripresa dell’inflazione. Avremmo avuto bisogno di serietà e di coesione per affrontare un momento così difficile, ma qualcuno ha pensato di guardare agli interessi di bottega creando le condizioni per lo scioglimento delle camere. In questo contesto ho deciso di accettare la sfida che mi si proponeva, con il consueto atteggiamento di ascolto pronto a cercare soluzioni possibili, tenendo saldi i valori che mi appartengono: antifascismo, solidarietà, rispetto dei diritti fondamentali delle persone e dell’ambiente, europeismo”.

 Serena Farraiuolo, Alleanza Verdi-Sinistra

Telio Barbieri, Alleanza Verdi-Sinistra

Roberta Casini, sindaco di Lucignano, Pd

 

Articoli correlati