28, Settembre, 2021

Vaccino in farmacia, accordo anche in provincia di Arezzo: dalla prossima settimana il via

spot_img

Più lette

Le persone che hanno tra 60 e 79 anni, dalla prossima settimana, potranno vaccinarsi contro il Covid direttamente in farmacia. Il vaccino sarà Johnson&Johnson, e per farlo sarà necessaria la prenotazione diretta o telefonica o via mail. Nella provincia di Arezzo sono circa 60 quelle che hanno aderito sulla base dell’accordo tra Federfarma e Regione Toscana. FARMACIE ADERENTI VACCINAZIONE

“Le farmacie sono ormai presidi polifunzionali del Servizio sanitario – ha detto presentando l’accordo Roberto Giotti, Presidente provinciale di Federfarma – non solo distribuiamo tutti i farmaci ma garantiamo i servizi Cup, telemedicina, holter, e dalla settimana prossima anche la vaccinazione anti Covid. Abbiamo già ordinato i flaconi che giungeranno lunedì e successivamente apriremo le prenotazioni. Il cittadino che ha tra 60 e 79 anni può presentarsi direttamente per fissare l’appuntamento oppure può chiederlo per telefono o per e mail. Le nostre farmacie sono distribuite capillarmente e possiamo sostenere la campagna vaccinale ovunque ma soprattutto nelle aree più periferiche e distanti quindi dagli hub vaccinali”.

“In questo modo – ha commentato Antonio D’Urso, Direttore generale della Ast Tse – si amplia ulteriormente la capacità complessiva del sistema di garantire i vaccini. Ci sono i nostri hub, i medici di medicina generale, gli odontoiatri e, adesso, anche le farmacie. Contiamo di raggiungere anche meglio la fascia di età sulla quale ci stiamo tutti concentrando e cioè quelli tra 60 e 69 anni, contando anche sul fatto che il J&J prevede una sola dose. Il rapporto con il farmacista è personale e di conoscenza diretta: questo potrà contribuire ad innalzare la percentuale di vaccinati in questa fascia che attualmente oscilla tra il 70 e il 75%”.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati