26, Settembre, 2022

Uffici pubblici di Ponticino: procedono i lavori per caserma e Asl, ancora niente da Poste Italiane

Più lette

In Vetrina

Mentre proseguono le operazioni per gli uffici provvisori di caserma e Asl, la questione con Poste Italiane continua con un nulla di fatto. Nel frattempo il Consiglio Regionale approva una mozione con l’impegno di affiancare il comune per sollecitare Poste Italiane

Arrivano aggiornamenti sulla situazione degli uffici provvisori di Ponticino: a comunicarlo è stato il sindaco di Laterina Pergine, Simona Neri. Buone notizie per Asl e caserma, mentre rimane un'incognita il destino dell'ufficio postale, con Poste Italiane che ha annullato un incontro fissato per il 28 febbraio.

"Stanno iniziando le operazioni di trasloco del materiale scolastico all'interno della Polivalente per la predisposizione dei locali da adibire ad ufficio provvisorio della Asl – spiega Neri – una volta acquisite tutte le certificazioni degli impianti da parte dell'ingegnere incaricato, il personale sanitario potrà ricominciare quindi anche ad effettuare i prelievi ematici. Tempi previsti di predisposizione locale presso la Polivalente di Ponticino: fine mese di marzo."

"Per quanto riguarda la caserma in piazza Monnanni – prosegue il sindaco – come anticipato in sede di consiglio comunale, entro fine settimana acquisiremo dall'ingegnere il preventivo per la progettazione fino al livello esecutivo dell'adeguamento statico e sismico dell'immobile. Seguirà, subito dopo, determina di incarico da parte dell'ufficio Lavori Pubblici, quindi progettazione e gara per affidamento lavori, una volta depositato il progetto."

"Poste ha, invece, annullato l'appuntamento calendarizzato per il 28 febbraio – afferma Neri – richiesto dal Sindaco con la Dirigente Provinciale, il Responsabile del Patrimonio ed il Responsabile Relazioni Istituzionali per chiedere, per l'ennesima volta, un confronto al fine di far approntare a Poste un ufficio provvisorio a Ponticino nell'attesa della ristrutturazione del vecchio immobile. Nonostante la richiesta, anche formalizzata ed indirizzata a tutti i soggetti citati, Poste non ha ancora dato disponibilità ad un nuovo incontro, presumo per disposizioni di sicurezza interna alla loro azienda. L'incontro era finalizzato anche a definire dettagli di massima sulle modalità di ristrutturazione del vecchio edificio per venire incontro alle loro necessità funzionali ed architettoniche."

Intanto, il Consiglio Regionale approva la mozione presentata dal consigliere della Lega Marco Casucci: l'impegno è di affiancare Laterina Pergine per sollecitare Poste Italiane a trovare una sede provvisoria dove collocare l'ufficio postale. "La Prima Commissione del Consiglio Regionale ha approvato all'unanimità la mia mozione sulla chiusura dei servizi essenziali a Ponticino al fine di ridurre i disagi soprattutto per le persone più anziane – annuncia Casucci – La Regione Toscana si affiancherà al Comune di Laterina Pergine per esercitare le dovute pressioni su Poste Italiane così da poter individuare una sede provvisoria dove collocare l'ufficio postale. In attesa della conclusione dei lavori di adeguamento sismico dell'edificio, attualmente chiuso, in Piazza Monnanni a Ponticino."

Articoli correlati