08, Dicembre, 2022

Sindaco e giunta a colloquio con il viceministro Nencini. Lorenzini: “Abbiamo parlato del futuro della stazione e delle opere non realizzate”

Più lette

In Vetrina

Il sindaco Daniele Lorenzini e la giunta di Rignano hanno avuto un incontro con il vice ministro alle Infrastrutture, Riccardo Nencini. Assieme ai tecnici sono stati esaminati i principali problemi infrastrutturali che riguardano il Comune: dal futuro della stazione alle opere fantasma.

Questa mattina il vice ministro Riccardo Nencini ha presieduto a Rignano un tavolo tecnico-politico sulle principali infrastrutture che devono essere realizzate nel territorio comunale.
 
All’ incontro istituzionale erano presenti il Sindaco Daniele Lorenzini e la Giunta, ma anche il capo gruppo del Pd Paolo Nannoni ed altri consiglieri comunali di maggioranza. Assieme ai tecnici sono stati esaminati i principali problemi infrastrutturali che riguardano il Comune studiando per ciascuno di essi di individuare le strategie necessarie per la loro risoluzione.
 
“In particolare l'attenzione – sottolinea il sindaco Daniele Lorenzini – si è focalizzata sul progetto di riqualificazione dell'area ferroviaria di Rignano e della sua collocazione all'interno di un quadro complessivo infrastrutturale che leghi la stazione stessa al territorio circostante”.
 
Il viceministro, dichiarando il proprio apprezzamento per la progettualità messa in campo dal Comune, si è impegnato a convocare con urgenza un tavolo tecnico con la presenza del Sindaco e della dirigenza del servizio ferroviario.
           
Inoltre sono state valutate le problematiche legate al completamento della Circonvallazione di Rignano (di competenza della Provincia di Firenze), la realizzazione della Terza corsia autostradale nella vallata di Troghi e la possibilità di una circonvallazione dell’abitato della frazione.
 
“Anche su questi nodi infrastrutturali il viceministro Nencini ha garantito il suo diretto interessamento presso le autorità competenti assicurando il suo impegno e riservandosi di rivedersi in un momento successivo per fare il punto della situazione” spiega in conclusione Lorenzini.
 
 

Articoli correlati