01, Ottobre, 2022

Si allungano gli intervalli tra prima e seconda dose di Pfizer e Moderna

Più lette

In Vetrina

I nuovi tempi saranno validi soltanto per le nuove vaccinazioni; non cambia nulla, invece, per chi ha gi effettuato la prima dose

Si allungano i tempi fra prima e seconda dose per i vaccini Pfizer e Moderna: l'intervallo cambierà per coloro che devono ancora fare la prima dose. Per entrambi i vaccini sarà di 40 giorni tra prima e seconda, e questo su decisione della Regione Toscana a seguito della nota del Commissario straordinario Figliuolo per consentire una maggiore disponibilità di prime dosi nel Paese. Il prolungamento dell’intervallo, assicurano gli esperti, non espone a rischi maggiori rispetto a prima in quanto la copertura della prima dose viene giudicata valida almeno al 90%.

Nulla cambierà, invece, per chi ha già fatto la prima dose di vaccino Pfizer o Moderna: la seconda, come gli era stato annunciato, sarà rispettivamente dopo 21 e dopo 28 giorni.

Intanto la Toscana continua a lavorare sulla fascia d’età degli ultrasessantenni. Il portale prenotavaccini ha in questo momento tre semafori verdi per altrettante fasce d’età e cioè per i nati tra il 1941 e il 1951, per quelli tra il 1952 e il 1956 ed infine per quelli nati nel 1957 e nel 1958. E’ imminente l’apertura anche per i nati nel 1959 e nel 1960.
Per lo scaglione successivo, e cioè per gli over 50, si dovrà attendere invece il progressivo esaurimento dei soggetti over 60.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati