04, Ottobre, 2022

Scuola primaria e scuola media di Castelfranco, da gennaio i lavori negli edifici. Studenti ospitati in altri plessi

Più lette

In Vetrina

L’annuncio del sindaco Cacioli: a maggio sono arrivati infatti due contributi nazionali e regionali per un totale di 600mila euro, ai quali si somma uno stanziamento del comune di 700mila euro. I lavori riguardano le scuole di Castelfranco, e già a settembre gli studenti inizieranno la scuola nelle sedi provvisorie

Lavori di efficientamento energetico e adeguamento sismico per oltre 1 milione e 200mila euro nelle scuole di Castelfranco, la scuola primaria e la scuola media: partiranno a gennaio 2021, grazie a fondi governativi e regionali integrati da uno stanziamento del comune di Castelfranco Piandiscò. Ad annunciarlo è stato il sindaco, Enzo Cacioli, che ha anche spiegato come l'intervento comporterà lo spostamento degli studenti in sedi provvisorie, già da settembre di quest'anno, all'inizio dell'anno scolastico. L'obiettivo è fare in fretta: assegnare i lavori in autunno, partire a gennaio 2021 con i lavori, con l'intento di riaprire le scuole a settembre 2021, una volta terminati i lavori. 

"Le somme stanziate dal Governo e dalla Regione Toscana per l’efficientamento energetico – ha spiegato Cacioli – sono pari a circa 400mila euro per la scuola primaria “San Filippo Neri” in Via Aretina, e a circa 160mila euro per la secondaria di primo grado “Arnolfo di Cambio” nei pressi di Porta Campana. Soldi che saranno integrati da ulteriori stanziamenti comunali per la messa in sicurezza statica e sismica delle edifici stessi, per l’importo di oltre 700mila euro, grazie alle somme introitate con la fusione del Comune Unico, utilizzando inoltre parte dell’avanzo di amministrazione 2019". 

L’importo complessivo dei due interventi ammonta a euro 1.265.000, ripartiti in 560.000 per i lavori alle scuole medie e 705.000 per le elementari. "I tempi sono stretti – ha aggiunto il sindaco – a novembre il termine per l’assegnazione dei lavori e l’inizio concreto delle opere a gennaio 2021. Sarà necessario concludere definitivamente i lavori entro novembre del prossimo anno per non perdere i contributi assegnati, ma l’auspicio dell’Amministrazione, salvo imprevisti, è di consegnare ai nostri studenti i locali sicuri, confortevoli e belli per l’inizio dell’anno scolastico 2021/2022".

Già decisa anche la sistemazione provvisoria, per il prossimo anno scolastico, che inizierà a settembre: "Insieme alla Dirigente Scolastica, Cecilia Pampaloni, e al Consiglio di Istituto, abbiamo trovato una soluzione. I ragazzi delle scuole medie di Castelfranco saranno ospitati nei locali della secondaria di Faella, e i bambini delle elementari nel plesso di Pian di Scò. Si tratta di una situazione temporanea, che riguarderà pertanto l’intero anno scolastico a partire da questo settembre". 

"Il tutto – ha assicurato Cacioli – con il rigoroso rispetto delle regole e misure anti-contagio per contenere la diffusione del virus Covid19; le modalità per lo svolgimento sicuro delle lezioni e di accesso agli edifici e alle aule saranno garantite grazie al lavoro del personale comunale e scolastico. Le classi inizieranno quasi contemporaneamente, ma i ragazzi entreranno da ingressi diversi rispettando le condizioni impartite dal Responsabile della Sicurezza, Prevenzione e Protezione dell’Istituto Comprensivo". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati