04, Ottobre, 2022

Scuola media Papini, proseguono i lavori tra controllo sicurezza ed efficientamento energetico

Più lette

In Vetrina

L’amministrazione comunale a seguito di una segnalazione ha verificato se non ci fossero situazioni di pericolo nel cantiere della scuola secondaria. In arrivo, inoltre, un intervento di riqualificazione energetica

Gli interventi di adeguamento sismico alla scuola media G. Papini di Rignano sull'Arno proseguono. Ultimamente la scuola è tornata in primo piano per una segnalazione di possibile pericolo che si sarebbe verificato all'interno del cantiere e per l'approvazione dalla Giunta Comunale del progetto esecutivo dell'intervento di riqualificazione energetica e adeguamento normativo della centrale termica per un importo complessivo di 70.000 euro.

Riguardo la segnalazione di pericolo l'amministrazione si è attivata immediatamente presso i soggetti responsabili dell’esecuzione dei lavori (ovvero la ditta appaltatrice, il coordinatore della sicurezza e il direttore dei lavori) per verificare l’accaduto e fare adottare tutte le misure necessarie. “Sono sempre più convinto di quanto affermato nel 2018 – commenta Daniele Lorenzini, sindaco di Rignano sull'Arno – tanto che ho dato immediato mandato per verificare quanto segnalato in data odierna appena ne ho avuto notizia. Non solo ribadisco che qualsiasi incidente sul lavoro è intollerabile, ma voglio rilanciare – oggi ancora di più – il messaggio per cui la sicurezza sul lavoro è una priorità non derogabile”

“Voglio ricordare che non solo non ci sarà alcun calo di attenzione da parte delle istituzioni sul territorio – continua Lorenzini – ma – rispetto a qualcuno che si è posto una questione di opportunità nel segnalare la situazione – io non ho alcun dubbio nel ribadire che la sicurezza non può essere subordinata a qualsiasi altra considerazione.”

Sui lavori di efficientamento energetico ha invece parlato l'assessore ai lavori pubblici Dominga Guerri: "Alla Scuola G. Papini sono in corso i lavori per l’adeguamento sismico, per questo motivo abbiamo voluto approfittare del contributo statale del Ministero dell’Interno per l’efficientamento energetico per l’anno 2020 provvedendo, dopo le opere strutturali, alle opere di miglioramento sull’impianto di climatizzazione invernale, andando a sostituire l’attuale centrale termica che appare alquanto vetusta."

"L’intero impianto, che non ha attualmente efficienti sistemi di regolazione, sarà finalmente a disposizione di tutta la scuola – conclude Guerri – fornendo un servizio adeguato alle esigenze dei nostri studenti, degli insegnanti e del personale scolastico."

Articoli correlati