09, Agosto, 2022

Scuola Del Secco-Abelli, dopo il periodo di difficoltà la nuova fase di ripresa grazie alla collaborazione con Fism

Più lette

In Vetrina

Il momento di difficoltà non è stato smentito, ma adesso spazio alla nuova fase di sviluppo per il Nido e la scuola dell’Infanzia Del Secco-Abelli di Levane, storica per i cittadini e la comunità del paese. Una ripresa che nasce dal consiglio e Fism Arezzo, con la collaborazione delle due amministrazioni comunali

“Le voci su un’eventuale chiusura sono del tutto false: c’è stato un periodo difficile, però è stato superato e il nido e la scuola dell’Infanzia continuano ad accogliere i bambini”. La scuola di Levane Del Secco-Abelli continua il proprio servizio alla comunità nell’educazione dei bambini da pochi mesi fino a sei anni: per la frazione rappresenta un’istituzione storica che cento anni fa fu donata proprio ai cittadini del paese.
 
Dopo un periodo di difficoltà, complice anche la crisi che ha contribuito al calo di iscrizioni, la situazione della struttura si è risollevata grazie alla collaborazione con il Fism (Federazione Italiana Scuole Materne) di Arezzo, al quale sarà affidata la gestione del personale, delle spese e del bilancio per ritornare al pareggio, oltre all’appoggio delle due amministrazioni di Bucine e Montevarchi.
 
“Adesso la scuola è in un momento di sviluppo: i nostri obiettivi sono proseguire nel mantenere la qualità del servizio e svilupparne ulteriori rispondendo alle esigenze delle famiglie, per esempio incrementando ulteriormente l’apertura, che ha già oggi un orario molto ampio”. I genitori, infatti, possono contare su un’apertura flessibile compresa tra le 7.10 fino alle 18.10, oltre ai mesi di luglio e una settimana ad agosto. In base alle richieste, sarà valutata la possibilità di un’apertura anche il sabato mattina.
 
Il resto della gestione, della struttura e dell’attività rimarrà in mano al Consiglio, come previsto nello statuto, e composto da persone e genitori che svolgono questo compito volontariamente, senza nessuna questione di profitto. “Una forma di volontariato educativo. Questa è una scuola di famiglie e della comunità di Levane: è uno dei pochi esempi della provincia”, dichiarano i responsabili Fism Arezzo.
 
“Fin dal lascito nel 1908 era stato sottolineato che la struttura sarebbe dovuta rimanere aperta con l’unico scopo di essere un servizio educativo, anche per famiglie bisognose”. Una scuola, quindi, che ha sempre rappresentato e continua a essere una risorsa di sviluppo per una comunità, quella di Levane.
Le attività proposte ai bambini hanno l’obiettivo di far sentire i piccoli come a casa, oltre a portare avanti progetti che siano da stimolo per la loro crescita e anche degli adulti, coinvolgendo i genitori, per esempio, in attività creative e teatrali, nel “Progetto mensa” grazie alla cuoca interna e ad alimenti di filiera corta, oppure portando i bambini alla scoperta della caserma dei Vigili del Fuoco, della sede della Misericordia, di come si produce il vino e molto altro.
 
La scuola Del Secco-Abelli ha un proprio profilo Facebook nel quale pubblica foto e notizie sui progetti e le attività.
 

Articoli correlati