10, Agosto, 2022

Scuola del Doccio, Liste civiche sangiovannesi: “Timori per l’ennesima mancata riapertura della materna”

Più lette

In Vetrina

Scuola del Doccio a San Giovanni: dopo la scoperta degli scavi di cantiere interrati in una parte del giardino ed il conseguente sequestro dell’area e dopo la posizione dell’Amministrazione comunale e dell’assessore Francesco Pellegrini, il gruppo Liste civiche sangiovannesi tornano sull’argomento. L’occasione l’ha fornita la risposta dell’Amministrazione comunale all’interrogazione presentata nel Consiglio comunale del 29 luglio dal gruppo.

“Ci è stato comunicato che l’Amministrazione non è in grado di assicurare il termine dei lavori di ristrutturazione e che ancora non c’è un programma per la rimozione dei rifiuti che hanno portato al sequestro di parte delle aree esterne. Di conseguenza la riapertura completa della scuola è a forte rischio. Quasi sicuramene i bambini della materna per il quinto anno consecutivo non avranno la loro scuola, i bambini delle elementari avranno gran parte dello spazio aperto inutilizzabile ed i bambini che usufruiscono del plesso della Rosai Caiani si vedranno limitare gli spazi e di conseguenza l’offerta formativa, perché costretti ad ospitare le classi della materna del Doccio. Nessuno dovrebbe dover subire un disagio del genere: non lo merita l’Istituto Marconi e tutto il corpo docente interessato, che in questi ultimi anni ha sopperito alle mancanze strutturali con encomiabile impegno e professionalità e soprattutto non lo meritano i bambini ed i loro genitori, che rischiano di nuovo (nonostante le assicurazioni date a suo tempo) di non tornare alla normalità”.

Il gruppo Liste civiche sangiovannesi conclude: “Vorremmo augurarci che dopo 5 anni di promesse mancate e parole vuote finalmente la Giunta Vadi e la maggioranza PD sappiano assumersi le proprie responsabilità. E che non abbiano il coraggio anche questa volta di insabbiare tutto e voler far credere alla città che gli asini volano”.

 

 

Articoli correlati