10, Agosto, 2022

San Giovanni, nasce la Consulta giovanile: lo scopo è promuovere la partecipazione dei ragazzi alla vita amministrativa e sociale

Più lette

In Vetrina

Nasce a San Giovanni la Consulta giovanile del comune con lo scopo di promuovere la partecipazione di ragazze e ragazzi alla vita amministrativa e sociale della comunità.

“La Consulta, organismo apartitico e libero da ogni condizionamento politico, eserciterà le proprie funzioni in piena autonomia, favorendo la costituzione di una rete di collaborazione tra le associazioni giovanili presenti sul territorio comunale e le istituzioni locali. Potrà presentare proposte, iniziative, suggerimenti da sottoporre all’Amministrazione comunale, richiedere incontri, dibattiti sulle tematiche più sentite e attuali ed elaborare progettualità di interesse collettivo. La consulta rappresenterà un osservatorio permanente della realtà giovanile della città e si rapporterà periodicamente con il consiglio comunale della città. Compito del nuovo organo sarà anche quello di valorizzare la presenza, la cultura e le attività dei ragazzi nella società e nelle istituzioni, anche attraverso una maggiore informazione e sensibilizzazione del mondo giovanile”.

Possono presentare domanda i giovani di età compresa fra i tra 16 e i 26 anni (minimo 16 anni + 1 giorno; massimo 26 anni + 364 giorni), residenti o domiciliati nel Comune di San Giovanni Valdarno o che hanno con esso un rapporto qualificato per ragioni di lavoro, di studio o per un legame reale e duraturo con il territorio comunale. Gli interessati dovranno compilare il modulo reperibile a questo link e l’istanza, completata e sottoscritta con firma autografa o digitale, dovrà pervenire all’ufficio protocollo dell’ente tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo protocollo@pec.comunesgv.it, o dovrà consegnata a mano nei giorni e negli orari di apertura al pubblico presso il Punto amico entro e non oltre le ore 13 del 10 ottobre.

La richiesta, presentata in busta chiusa, dovrà riportare la dicitura: “Candidatura consulta giovanile”. All’istanza deve essere allegata copia di documento di riconoscimento del candidato in corso di validità. Risulterà gradita la produzione da parte del candidato di una proposta operativa da sottoporre all’attenzione della Consulta stessa all’esito della sua costituzione. Per informazioni o richieste di chiarimenti è possibile scrivere all’indirizzo e-mail gabriella.benedetti@comunesgv.it

Articoli correlati