14, Luglio, 2024

Riceveva le ordinazioni della droga su whatsapp, facebook e skype e la vendeva poi in casa. Arrestato

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

L’uomo, residente a Firenze, era lo spacciatore di riferimento anche per il Valdarno fiorentino. Ad arrestarlo sono stati i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Figline Incisa

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Figline hanno arrestato un 46enne di origini albanesi con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è arrivato sulla scia di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Firenze, Dott. Zanobini

L'uomo riceveva le ordinazioni di cocaina attraverso messaggi su whatsapp, facebook e skype e rivendeva la droga nella sua abitazione di Firenze. 

Le indagini sono scattate l'anno scorso quando i carabinieri della compagnia di Figline nel corso di un'operazione antidroga hanno focalizzato le attività sul ruolo del 46enne ritenuto lo spacciatore di riferimento anche per il Valdarno fiorentino.

La perquisizione nell'abitazione fiorentina dell'uomo ha permesso di scoprire dosi di varie sostanze stupefacenti e 6.500 euro in contanti, oltre ai telefoni cellulari utilizzati dallo spacciatore per mantenere i contatti con i suoi numerosi clienti che ordinavano cocaina  
prenotandola con un messaggio su Whatsapp, tramite Facebook o utilizzando Skype. Le dosi poi venivano acquistate presso l’abitazione dell'albanese trasformata in una vero e proprio market della droga.

Il Gip del Tribunale di Firenze, su richiesta del Pubblico Ministero, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare con l’applicazione degli arresti domiciliari nei confronti del 46enne albanese.
 

Articoli correlati