25, Giugno, 2024

Raccolta differenziata, maglia nera per il Comune di Bucine. Il commento di Alleanza per Bucine

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sono stati pubblicati in questi giorni i dati provvisori inerenti alla raccolta differenziata dell’Ato Toscana Sud-Est. Bucine è il Comune con la percentuale più bassa del Valdarno. Un quadro preoccupante per la lista Alleanza per Bucine

È Bucine il Comune con le più basse percentuali di raccolta differenziata del Valdarno: a segnalarlo sono i dati pubblicati per l'anno 2020 da Ato Toscana Sud-Est aggiornati al mese di agosto. Un 39.86% di differenziata che per la lista Alleanza per Bucine è un fallimento della politica condotta sui rifiuti condotta dall'amministrazione.

"Il gruppo consiliare Alleanza per Bucine, nostro malgrado, non può fare altro che sottolineare ancora una volta il pessimo dato fatto registrare dal nostro Comune – commenta la lista d'opposizione – anche quest' anno purtroppo i numeri ci attribuiscono la maglia nera del Valdarno. La lista Alleanza per Bucine rileva come il capoluogo della Valdambra risulti il peggiore di tutto il Valdarno con appena il 39 per cento di differenziata, mentre i comuni limitrofi come Civitella 76%, Monte San Savino 73% e Montevarchi 56% fanno registrare dati assai migliori. Si pensi inoltre che negli ultimi 4 anni il dato sulla differenziata nel nostro Comune è passato dal 39.30% del 2017 al 39.86% del 2020 è di tutta evidenza il fallimento della politica sui rifiuti condotta negli anni dall'amministrazione a guida Nicola Benini."

"In questo quadro assai preoccupante si vanno a sommare gli ormai noti problemi sugli innumerevoli episodi di abbandono di rifiuti in giro per il territorio comunale –  dice Alleanza per Bucine – ricordiamo altresì il forte impatto che ha avuto la chiusura del centro di raccolta di Bucine, che sommato alla ubicazione periferica del centro di raccolta di Pietraviva non permette lo svolgimento di un servizio adeguato per la collettività; si pensi ad esempio ai cittadini di Levane, i quali pur avendo un punto di raccolta al bivio di Caposelvi, nel comune di Montevarchi, si trovano nell'impossibilità di conferirvi i propri rifiuti in quanto residenti in altro Comune."

"Alla luce dei fatti appare a dir poco utopistico – conclude Alleanza per Bucine – pensare ai problemi quali il dover progettare nuove piattaforme di basamenti per i cassonetti, più sicure e fruibili, ed opportune barriere oscuranti per un miglior impatto visivo delle stesse postazioni, considerando anche la forte vocazione turistica cha ha il nostro territorio nonostante imperversi l a pandemia da Covid – 19. Non parliamo poi dei cosiddetti cassonetti "intelligenti" in dotazione in molti comuni, così come di smart card per il conferimento di telecamere anti abbandono. Unica nota positiva la recente possibilità data ai nostri concittadini di provvedere autonomamente allo smaltimento dei rifiuti di eternit con apposito kit; questa proposta è bene ricordarlo, è stata partorita dal gruppo consiliare Alleanza per Bucine e votata poi all'unanimità dal Consiglio Comunale."

Articoli correlati