08, Dicembre, 2022

Problemi idrici al Pestello, il Comitato di cittadini: “Interventi e risposte ancora non sufficienti”

Più lette

In Vetrina

Il Comitato H2O, che riunisce cittadini di Pestello, Ginestra e Moncioni, torna sui disservizi idrici e sull’incontro del 16 luglio. “Le spiegazioni di Publiacqua non ci hanno chiarito il quadro, è bene che l’amministrazione comunale verifichi il rispetto degli impegni. E i lavori annunciati non sono certo la soluzione definitiva al problema”

Insoddisfatti per le risposte date da Publiacqua all'assemblea del 16 luglio scorso, preoccupati che gli interventi annunciati o iniziati siano in realtà tutt'altro che risolutivi. Il Comitato H2O, che riunisce cittadini del Pestello, della Ginestra e di Moncioni, legati dal disagio relativo ai disservizi della rete idrica pubblica, torna ad alzare l'attenzione sul tema a pochi giorni dall'inizio dei lavori su via della Sugherella

E partendo proprio da quei lavori, il giudizio è netto: "Riteniamo corretto l’intervento di collegamento dei quartieri Pestello e Ginestra con la conduttura 'premente' che serve le altre zone della città, per garantire una maggiore stabilità di approvvigionamento, ma siamo preoccupati perché questa soluzione è stata descritta come 'stesura in emergenza di una tubazione non interrata posata lungo la strada'. Ci chiediamo se non sia invece il caso di intevenire in modo definitivo e con un lavoro a regola d’arte considerando la necessità evidente, costante e non più trascurabile di una maggiore fornitura d'acqua in questi quartieri".

"Questo intevento, così come dichiarato dal dottor Colombi di Publiacqua in assemblea, è però destinato a non risolvere definitivamente il problema di pressione nelle zone alte dei quartieri in questione. E il consiglio di installarsi in casa un serbatoio, ovviamente a spese degli utenti, rappresenta una proposta assolutamente inaccettabile, inopportuna e fuori luogo considerato che ogni mese ogni utente contribuisce di propria tasca allo sviluppo e manutenzione degli impianti. Una proposta provocatoria e inaccettabile!". 

"Relativamente all’attivazione in emergenza di un ulteriore pozzo utilizzato fino ad oggi solo in circostanze di particolare siccità – continua ancora il Comitato H2O – chiediamo che venga resa nota pubblicamente la relativa classificazione in quanto alcuni pozzi risultano utilizzabili in casi eccezionali a causa della tipologia delle acqua estratte, non particolarmente idonee per uso corrente a fini alimentari".

In merito alle risposte fornite in assemblea dalla società che gestisce il servizio idrico, il Comitato solleva molte perplessità. "I motivi di natura strutturale elencati come cause del disservizio, sono a nostro parere direttamente imputabili al mancato adeguamento degli impianti negli ultimi anni. Publiacqua fornisce al Comune di Montevarchi il proprio parere positivo riguardo i nuovi allacciamenti, valutazione che avrebbe dovuto tenere conto sia del problema relativo alle quote dei nuovi fabbricati, sia della maggiore portata di acqua necessaria nei quartieri Pestello e Ginestra".

"Il problema della pressione doveva essere dunque risolto a priori attraverso l’innalzamento del serbatoio dei Cappuccini o con la collocazione di un secondo serbatoio con quota maggiore nelle colline adiacenti. Ci chiediamo poi quanto effettivamente sia stato fatto ed investito negli ultimi 12 anni di gestione Publiacqua, per limitare ed evitare il fenomeno legato alle numerose rotture e perdite ormai all’ordine del giorno". 

"Da cittadini – conclude il Comitato – chiediamo al Sindaco Francesco Maria Grasso se non sia invece il caso di verificare il pieno rispetto degli impegni sottoscritti, nonché di attivarsi da subito in modo fermo e determinato nei confronti di Publiacqua per imporre la soluzione definitiva dei problemi. Chiediamo inoltre che l’amministrazione comunale fornisca ai cittadini disagiati il quadro preciso e completo di quanto fatto negli ultimi anni, considerato che questa grave situazione non poteva non essere conosciuta dalla persona del Sindaco e di tutto il Consiglio Comunale, così come dalle precedenti amministrazioni. Come utenti consigliamo a nostra volta alla società Publiacqua di adempiere agli impegni previsti dal contratto di fornitura. In merito all’azione risarcitoria da noi promossa nei confronti di Publiacqua Spa, invitiamo i cittadini di Pestello, Ginestra e Moncioni ad aderire contattandoci all’indirizzo mail comitatoh2o@gmail.com o attraverso il nostro gruppo Facebook".

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati