30, Gennaio, 2023

Pian D’Albero: in Palazzo Pretorio verranno presentate due pubblicazioni

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Incontro alle 17.00 per parlare della graphic novel e della ricerca storica a tema, con autori e testimoni del 2° dopoguerra

Una doppia pubblicazione su Pian d’Albero, una graphic novel e una ricerca storica, perchè il tema possa essere conosciuto e compreso attraverso generi diversi. Sarà questo il tema dell’incontro che si terrà sabato 21 aprile alle 17.00 in Palazzo Pretorio a Figline. 

Il Comune, infatti, ha promosso la pubblicazione di due volumi (un fumetto e un libro) dedicati alla storia di Pian d’Albero dove, all’interno di un casolare tuttora esistente, si consumò la strage nazista del 20 giugno 1944. È in quella data che persero la vita circa 30 persone, tra cui il dodicenne Aronne Cavicchi: tutti partigiani appartenenti alla Brigata Senigaglia, sorpresi dai tedeschi mentre si trovavano rifugiati nel casolare di proprietà della famiglia Cavicchi,  sulle colline della città, davanti al quale ogni anno si svolgono le manifestazioni istituzionali che ne onorano la memoria.

Il fumetto – Si tratta di quasi 50 pagine di racconto illustrato, finanziato dal Comune di Figline e Incisa Valdarno, firmato da Pierpaolo Putignano ed edito da Kleiner Flug (2017). "Un modo per raccontare, attraverso un formato leggero, uno degli episodi più tragici della storia del territorio e per farlo conoscere ai più giovani. Per l’approfondimento storico sulla vicenda, invece, sono state utilizzate le ricerche effettuate da Matteo Barucci e Gabriele Mori (commissionate dalla precedente Amministrazione) che, sotto la regia dell’Istituto Storico della Resistenza, sono state pubblicate nel volume dal titolo 'Sulla Strada per Firenze. La Brigata Sinigaglia e la strage di Pian d’Albero – 20 giugno 1944”.

Il volume – La ricerca è stata appena pubblicata con la casa editrice Pacini editore ed è stata stampata a dicembre 2017. Si tratta di 200 pagine di approfondimento firmato da Matteo Barucci, bibliotecario e socio dell’Istituto storico Toscano della Resistenza, oltre ad aver collaborato con il portale di Storia contemporanea ToscanaNovecento (www.toscananovecento.it) e con il progetto di ricerca l’Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia (www.straginazifasciste.it).

All’appuntamento del 21 aprile saranno presenti l’autore del volume storico,  Matteo Barucci, il presidente dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea, Simone Neri Serneri, il disegnatore Pierpaolo Putignano, una rappresentanza della casa editrice Kleiner Flug e due testimoni del periodo storico raccontato nelle due pubblicazioni, Giuseppina Cavicchi (presente anche durante l’eccidio di Pian d’Albero) e Dario Morandini.

“La pubblicazione e la presentazione di questi due volumi, pensati per un pubblico di due fasce d’età diverse, rappresenta un’occasione per conoscere le vicende di Pian d’Albero e per avere il primo vero riferimento bibliografico su questo importante quanto tragico evento storico del nostro territorio, sino ad ora tramandato senza dettagli esaustivi e affidato all’oralità – ha spiegato l’assessore alla Cultura, Mattia Chiosi -. Ringraziamo, quindi, tutti coloro che hanno contribuito alla pubblicazione di entrambi i volumi e invitiamo tutti i cittadini a partecipare all’incontro del 21 aprile, per approfondire insieme e per conoscere  i protagonisti e gli autori delle ricerche, insieme ad alcuni testimoni di quel periodo storico”.

 

Articoli correlati