04, Febbraio, 2023

Personaggi e fatti dello sport da ricordare in questo 2022 che se ne va

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Sta finendo il 2022, anche nel mondo dello sport è tempo di bilanci e non sono mancati momenti e  fatti che meritano di essere rivissuti, dopo avere selezionato quelli che, a nostro avviso, hanno regalato le gioie più belle.

Il ciclismo si conferma disciplina sempre capace di dare soddisfazioni. La giovane Elisa Ferri dell’Olimpia Valdarnese, dopo avere vinto il titolo nazionale di ciclocross nella categorie esordienti sia ne primo che nel secondo anno, ha fatto altrettanto fra le allieve, in un anno nel quale ha anchw vestito la maglia tricolore nella specialità Xco.

Dopo averla sfiorata in più di un’occasione. è arrivata la prima vittoria da professionista per Vincenzo Albanese, capace di imporsi nella quarta tappa del Tour du Limousin, andando all’attacco nell’ultimo chilometro.

Nella ginnastica ha brillato la stella di Viola Pierazzini, atleta della Ginnica Giglio che ha conquistato tre medaglie ai  Giochi del Mediterranneo.

Nella pesca sportiva  Alessandro Lorenzini ha preso parte, in Slovenia, ai Mondiali under 25, che per lui si sono conclusi con il terzo posto nella classifica individuale e il secondo in quella a squadre.

Gianfranco Cannoni invece si è laureato campione europeo di tiro al volo specialità sporting a squadre. In azzurro con Giuseppe Calo e Alessandro Gaetani, l’alloro continentale è arrivato davanti all’Inghilterra e alla Francia padrona di casa.

La Bruschi Basket San Giovanni ha conquistato la promozione nella massima serie  di pallacanestro femminile. Le sangiovannesi infatti, dopo  avere  chiuso al primo posto il girone B di serie A2, hanno fatto percorso netto nei play-off liquidando prima il Cus Cagliari poi Vigarano e in finale Umbertide, per un risultato storico.

Destinato agli annali anche il risultato ottenuto dal Terranuova Traiana, che ha conquistato per la prima volta nella sua storia, l’accesso al campionato di serie D. Il cammino è stato piuttosto lungo: dopo avere chiuso al secondo posto il girone  C di Eccellenza,  i valdarnesi prima hanno vinto i play-off del loro ragguppamento con Pontassieve e Fortis Borgo San Lorenzo. poi un triangolare con Lastrigiana  e Cuoiopelii quindi la semifinale dei play-off nazionali con l’Atletico Ascoli. Il doppio pareggio (2-2 e 0-0) nella finale col Colorno  ha permesso di festeggiare, prima sul campo e poi con una partecipata festa in piazza, la promozione.

A festeggiare una vittoria di campionato con una storica promozione è stata anche la Unomaglia Valdarninsieme che ha guadagnato l’accesso in serie B1 a chiusura di una stagione con una  sola sconfitta e caratterizzata dalla sfida a distanza con le fiorentine della Liberi e Forti, durata fino all’ultima giornata quando le valdarnesi battendo Perugia hanno avito la certezza matematica della vittoria del  tprneo.
Il Pestello ha dovuto aspettare l’ultima giornata per festeggiare la promozione nel campionato di Prima categoria, beffando la Resco Reggello che è arrivata soltanto con un punto di ritardo. Per la squadra valdarnese è stato il miglior risultato di sempre.

La Ginnastica Terranuova ha fatto festa per il ritorno in A1, a un solo anno di distanza dalla retrocessione in A2, Determinanti sono stati i buoni punteggi nelle prove di Cuneo e Napoli.

.

 

Articoli correlati