24, Luglio, 2024

Palazzo del Podestà: collocato il crocifisso nella sala consiliare

Articoli correlati

In Vetrina

Più lette

In Vetrina

Si tratta di un crocifisso di inizio ‘800, custodito finora nella sacrestia della Collegiata di San Lorenzo e restaurato da Marco Agnolucci. Si compie così quando previsto nella mozione approvata nell’ultimo consiglio comunale

È stato collocato ieri il crocifisso nella sala consiliare del Palazzo del Podestà, a Montevarchi: una breve cerimonia alla presenza del presidente del Consiglio comunale, Claudio Rossi, del sindaco Silvia Chiassai e del rettore della Collegiata don Claudio Brandi.

Non è il crocifisso che si trovava al Podestà prima dei lavori di restauro, durati anni; la scelta è caduta invece su un crocifisso di inizio '800 che era conservato all'interno della sacrestia della Collegiata di San Lorenzo, e che è stato restaurato a titolo gratuito da Marco Agnolucci.

Si mettono così in atto gli impegni assunti dal consiglio comuanle che a maggioranza ha approvato, nell'ultima seduta, una mozione presentata dal consigliere Andrea Pesucci (Lega Nord) che impegnava appunto a installare nella sala consiliare un crocifisso, simbolo dei valori della cristianità. 

“Si tratta del ritorno di un simbolo che era già presente nella sala – ha commentato il presidente del consiglio Claudio Rossi – e che rappresenta i valori fondanti della storia d'Italia e d'Europa, uguaglianza, rispetto della persona e dei diritti umani. La sua presenza deve servire come ispirazione delle decisioni politiche prese qui dentro”. “È un simbolo che – ha aggiunto Silvia Chiassai – oltre al valore religioso è anche segno di pace, rispetto e fratellanza: in un luogo pubblico come questo, la presenza del crocifisso è una presenza giusta”.

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati