07, Ottobre, 2022

Ospedale Serristori: a settembre un incontro in Regione con sindaci e Asl

Più lette

In Vetrina

Dopo la lettera di sollecitazione firmata dalle associazioni e dopo le richieste dei sindaci, la Regione ha comunicato che l’incontro si farà. In quella sede i rappresentanti istituzionali chiederanno tutele e tempistiche sul presidio figlinese

A inizio settembre i Sindaci del Valdarno fiorentino si confronteranno con la Presidenza della Regione e con la Asl per chiedere tutele e tempi certi per il futuro dell'ospedale Serristori. La notizia è arrivata dopo numerose sollecitazioni, e grazie anche al documento firmato dalle associazioni Avis, Avo, Calcit, Circolo Fanin, Comitato Salvare il Serristori, Croce Azzurra, Croce rossa, Fratres, Il Sorriso di Enrico, Insieme per il Serristori e Misericordi. 

L'incontro si terrà i primi giorni di settembre e sarà un'ulteriore occasione, per i sindaco Mugnai, Benucci e Lorenzini, per ribadire le necessità e le urgenze emerse da un confronto con quelle stesse associazioni, che da anni gravitano intorno all’Ospedale Serristori e che svolgono attività nel settore sociosanitario territoriale.

Nei giorni scorsi, infatti, i Sindaci e le associazioni avevano sottoscritto un documento molto dettagliato, che fotografa la situazione attuale del Serristori ed elenca i servizi e i reparti attualmente depotenziati o dismessi, sottolineando la necessità e l’urgenza di investire sul personale e sulla struttura per garantire la presenza, sul territorio, di un presidio idoneo a rispondere ai bisogni socioassistenziali dei cittadini.

In quella stessa occasione, inoltre, i tre sindaci del Valdarno fiorentino avevano ribadito la necessità di un cambio di passo, nell'ottica di ottenere più garanzie e maggiori tutele nei confronti di un presidio di prossimità che, controtendenza rispetto a quanto sta avvenendo a livello nazionale ed europeo, rischia il declassamento.

"Le continue sollecitazioni hanno reso evidente che le richieste sul Serristori arrivano dalla comunità dell'intera vallata – commenta la Sindaca di Figline e Incisa, Giulia Mugnai – è importante, quindi, che la Regione Toscana e in particolare la Presidenza si facciano carico, in maniera diretta, di un questione così urgente per il nostro territorio, perché è doveroso garantire ai nostri cittadini percorsi di cura e di assistenza all'altezza dei loro bisogni. In sede di incontro, quindi, chiederemo chiarimenti su tutele e tempistiche in cui ciò avverrà. Non c'è più tempo da perdere". 

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati