18, Agosto, 2022

Novità per gli studenti che vanno a scuola in pullman: arriva l’abbonamento da 10 mesi

Più lette

In Vetrina

Sarà in vigore dal 10 settembre, e permetterà agli studenti di acquistare un abbonamento meno costoso di quello annuale. È una delle novità annunciate alcuni giorni fa dall’assessore regionale Ceccarelli, rimodulando le tariffe introdotte a luglio

Riguarderà anche gli studenti valdarnesi che prendono il pullman per raggiungere le scuole superiori, la novità annunciata qualche giorno fa dalla Regione: per il Trasporto pubblico locale è stato introdotto infatti il nuovo abbonamento da 10 mesi, valido da settembre  a giugno, e pensato proprio per 'coprire' l'intero anno scolastico. 

Una novità che entrerà in vigore dal 10 settembre, come ha annunciato l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli. La nuova comunità tariffaria regionale (la tariffa unica toscana) era entrata in vigore il 1° luglio 2018, ma qualche giorno fa è stata oggetto di una rimodulazione per correggere le criticità evidenziate. "Le soluzioni che abbiamo messo a punto sono protese a dare più equità al sistema, limitando al massimo gli svantaggi e correggendo le storture", ha detto Ceccarelli. 

L'abbonamento studenti. 
È una delle novità introdotte e permetterà un risparmio alle famiglie di ragazzi che usano l'autobus per andare alle scuole superiori o all'università. È valido 10 mesi, da settembre a giugno, ed è acquistabile dagli studenti di tutte le scuole, fino a 26 anni di età. Il costo è calcolato per fasce chilometriche (da 0 a 10km la prima fascia; da 10 a 20 la seconda, e così via). Questo abbonamento avrà il prezzo di 8 mensilità nelle prime 3 fasce chilometriche, e di 7,5 mensilità nelle altre fasce. Anche per questo abbonamento è possibile usufruire delle agevolazioni ISEE, con sconti per i nuclei familiari che hanno Isee sotto i 36mila euro. 

 

Le altre novità
Introdotto anche un carnet da 4 biglietti extraurbani con sconti che vanno dal 10 al 25%, in base alle fasce chilometriche.
Integrazione abbonamenti urbano/extraurbano: il mensile passa da 15 a 5 euro nelle reti urbane delle città capoluogo (escluso Firenze), mentre passa da 12 a 5 euro nelle altre reti urbane, senza differenziazione ISEE.
Agevolazioni per i lavoratori, con una riduzione del 5% disponibile per i dipendenti delle aziende che stipulano convenzioni di mobility management con impegno all'acquisto di almeno 20 abbonamenti ANNUALI (urbani ed extraurbani) per azienda e previsione di rateizzazione mensile ai dipendenti.
Sconto sull'abbonamento annuale extraurbano per le fasce chilometriche più lontane: il costo dell'abbonamento sarà calcolato sul prezzo del titolo mensile moltiplicato per 9,5 fino alla terza fascia, moltiplicato per 9 nella 4^ e 5^ fascia e moltiplicato per 8,5 nelle restanti fasce, con applicazione anche alle già scontate tariffe ISEE.

Pegaso
Arriverà a ottobre, infine, la revisione delle tariffe PEGASO,  il sistema tariffario che consente un utilizzo combinato di autobus e treni acquistando un unico titolo di viaggio.
Con i correttivi introdotti, ad esempio, l'abbonamento mensile Pegaso extraurbano integrato con l'urbano di Firenze avrà una riduzione media del costo, nelle prime dieci fasce chilometriche, dell'8,5% rispetto alle tariffe introdotte il 1° luglio, ed un adeguamento medio delle tariffe, rispetto alla situazione precedente la comunità tariffaria, di poco inferiore al 2%.
L'annuale Pegaso extraurbano integrato con l'urbano di Firenze, invece, avrà una riduzione media del costo, nelle prime dieci fasce chilometriche, del 7,4% rispetto al 1° luglio, ed un adeguamento medio rispetto alla situazione precedente la comunità tariffaria del 5%.

Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati