02, Dicembre, 2022

Notte bianca, grande festa nel centro storico e boom di presenze. Ma si registrano anche episodi di violenza

Più lette

In Vetrina

In migliaia a Figline per la notte bianca. Tanto divertimento e programma riuscito. Boom di presenze per la terza edizione della manifestazione. Ma dopo le vicende del Rainbow Festival si registrano nuovi casi di violenza, seppur con minori problemi di ordine pubblico. Risse nel centro storico: per il momento due denunciati. Il sindaco Giulia Mugnai: “Purtroppo, come in tutte le feste, c’è sempre qualcuno che esagera. Non vogliamo chiuderci in casa per colpa loro”

In migliaia a passeggio nel centro per la Notte Bianca 2014. La terza edizione figlinese ha riscosso un grande successo: una serata all’insegna del divertimento con shopping, musica e cibo. Non sciupata nemmeno dagli ennesimi episodi di violenza. Nelle scorse settimane si verificarono risse al Rainbow Festival, ieri notte per fortuna in maniera minore, anche se il bilancio parla di due denunce e di un ferito.
 
Gli agenti della Polizia Municipale e i carabinieri infatti sono dovuti intervenire in due circostanze per riportare l’ordine. Prima di mezzanotte in Piazza San Francesco dove si è acceso un diverbio tra un organizzatore e un dj a seguito della richiesta di abbassare il volume della musica. L’organizzatore – secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine – sarebbe stato colpito da una testata: il dj verrà denunciato per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e per non aver fornito immediatamente le proprie generalità alle forze dell’ordine.
 
Una rissa invece è nata dopo lo scoccare della mezzanotte ai giardini del Cassero tra ragazzi italiani e albanesi tutti residenti a Montevarchi e San Giovanni: alcuni di loro sono stati portati al comando della Polizia Municipale per essere identificati. Purtroppo una volta usciti alcuni di loro si sarebbero nuovamente recati nella zona della rissa e sarebbe scoppiato un nuovo diverbio: un ragazzo di 19 anni è stato poi denunciato a piede libero per possesso d’arma perchè aveva con sé un coltello.
 
E su questi casi di violenza, prende nuovamente la parola il sindaco Giulia Mugnai, che già in occasione del Rainbow Festival aveva utilizzato parole molto decise: “E’ stata una bella occasione per divertirsi e stare insieme in modo sano, intelligente, tranquillo. I bambini nei passeggini, in braccio, per la mano, i genitori, i nonni e i ragazzi. Tanta gente per le strade con tanta voglia di tornare a incontrarsi, nella piazza, quella vera. E poi purtroppo, come in tutte le feste, c’è sempre qualcuno che esagera. A queste persone oggi consiglio di riguardarsi le foto di questa bella iniziativa: vedranno tante persone che si divertono e che non vogliono rinunciare a chiudersi in casa per colpa di qualche soggetto che non sa relazionarsi con niente e con nessuno”

L’Amministrazione comunale ringrazia, oltre agli organizzatori, tutte le persone che hanno prestato il proprio prezioso servizio nel corso della manifestazione, a testimonianza del clima positivo di collaborazione che questo genere di eventi riesce a instaurare.

Infine da segnalare anche l'intervento del 118 e della Misericordia per soccorrere due persone che hanno avuto un malore durante la Notte Bianca.
 
 

Articoli correlati