07, Dicembre, 2022

Minacciano e picchiano un allenatore: mamma e fratello di una pallavolista condannati

Più lette

In Vetrina

Ad emettere la sentenza è stato il Tribunale di Firenze. I fatti risalgono all’aprile del 2010 in una palestra di Figline. L’allenatore reo, secondo mamma e figlio, di non aver fatto giocare la giovane 16enne

Ingiurie e lesioni aggravate per futili motivi: con questa accusa il Tribunale di FIrenze ha condannato la mamma e il fratello di una pallavolista che nel 2010 avevano minacciato e percosso l'allenatore della squadra del Montevarchi per non aver fatto giocare la giovane. Il Tribunale ha inflitto due mesi di reclusione alla donna e sei mesi al ragazzo oltre a 5.000 euro di indennizzo al mister.

I fatti risalgono al 7 aprile 2010 in una palestra di Figline durante un'amichevole tra la squadra locale femminile, che militava in B1, e quella del Montevarchi, che invece era in D. 

Al termine della gara la mamma di una giocatrice raggiunge l'allenatore della squadra montevarchina e lo assale con minacce e ingiurie per non aver fatto giocare la figlia. Il figlio, invece, lo colpisce con un pugno. Il mister finisce all'ospedale. E scatta la denuncia.

Il Tribunale di FIrenze ha condannato entrambi.

Articoli correlati