01, Ottobre, 2022

Maresciallo dei carabinieri ai domiciliari. L’accusa è concorso in corruzione

Più lette

In Vetrina

L’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari è stata firmata dal gip del tribunale di Firenze Angelo Antonio Pezzuti su richiesta del pubblico ministero Leopoldo De Gregorio

Un maresciallo della compagnia dei carabinieri di Figline è stato arrestato con l'accusa di concorso in corruzione. Il Gip del tribunale di Firenze Angelo Antonio Pezzuti su richiesta del pubblico ministero Leopoldo De Gregorio ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari.

Secondo l'accusa il militare, andando contro i suoi doveri, avrebbe avvertito il titolare di un agriturismo della zona dei controlli che stavano per partire nella sua struttura per smaltimento irregolare di amianto permettendo così la rimozione. Indagato anche l'impenditore.

 

Articoli correlati