03, Dicembre, 2022

Le amministrative e il ‘caso’ dello sportello dell’acqua: il Comitato Acqua Bene Comune si dissocia dall’appoggio a Grasso

Più lette

In Vetrina

Il Comitato gestisce insieme al Movimento Consumatori lo sportello per il servizio idrico all’interno dell’Urp, ma non condivide il sostegno al sindaco uscente: “Non ha mai fatto nulla di concreto a favore dei cittadini nel settore del servizio idrico”

Non è piaciuto al Comitato Acqua Bene Comune Valdarno, quell'appoggio al sindaco uscente Francesco Maria Grasso sottoscritto dal Movimento Consumatori insieme al gruppo 'Politica come Servizio' di Mauro Buffoni. Tanto che in una nota il Forum si dissocia da questa iniziativa: che non condivide nel merito, e spiega perché. 

"Grasso non è solo il futuro candidato sindaco, ma anche il sindaco in carica – sottolinea in una nota il Comitato – quindi non vediamo come mai non possa attuare, fin da adesso, quanto sottoscritto nel programma. Come può far risparmiare 1.500 euro all’anno ai cittadini di Montevarchi, quanto non è stato in grado neppure di far restituire da Publiacqua le quote in tariffa relative alla depurazione nei tempi previsti dalla legge?". 

E ancora: "I cittadini di Montevarchi hanno pagato con le fatture di Publiacqua gli investimenti, il sindaco ha mai chiesto una rendicontazione dettagliata di quanto sborsato dai suoi elettori? Nel 2014 dei 9 milioni di euro da destinarsi agli investimenti, ben 5 sono stati distribuiti come utili con il consenso in Assemblea anche del comune di Montevarchi!".

E infine, il Forum aggiunge: "Si parla di servizi ai meno abbienti, ebbene Publiacqua stacca il servizio idrico ai morosi incolpevoli, cioè a chi non riesce ad arrivare a fine mese, ci sembra che sia stata approvata una mozione in cui il sindaco si impegna a far sì che questo non accada: ha mai chiesto Grasso il riallaccio all’acquedotto di qualcuno tra questi meno abbienti?". 

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati