25, Giugno, 2022

La Sangiu vince e aggancia la vetta: ora i biancoverdi devono crederci. Pari amaro per l’Arno Laterina

Più lette

La Sangiustinese supera 2-1 il Soci e sale al comando insieme alla Castiglionese che intanto supera 4-2 il Grassina nel big match di giornata. Si deciderà tutto negli ultimi 90 minuti. L’Arno Laterina non fa meglio di 1-1 sul campo del Fonte Bel Verde e scivola in zona playout

La Sangiustinese supera 2-1 il Soci e aggancia la Castiglionese al primo posto. A 90 minuti dal termine della stagione i biancoverdi sono in corsa per il salto diretto in Eccellenza. Discorso rimandato anche per l’Arno Laterina, che dopo il pari sul campo del Fonte Bel Verde scivola di nuovo in zona playout e dovrà giocarsi la salvezza diretta all’ultima giornata.

Vittoria di carattere per una Sangiustinese determinata e capace di farsi passare in un attimo la paura di volare. I biancoverdi partono subito all’attacco e passano in vantaggio al 26’ con Starnini che supera il diretto marcatore e non lascia scampo al portiere avversario. Al 32’ arriva il raddoppio con Spigoli che triangola con Kuqi prima di conclude in porta. Al 40’ il Soci dimezza le distanze grazie a un rigore trasformato da Checcacci. Nella ripresa il Soci non si dà per vinto e impegna Sontsa a un paio di prodezze per salvare il risultato. Così la Sangiustinese ritrova il primo posto dopo dieci giornate. A quota 59 alla pari con i valdarnesi c’è la Castiglionese che ieri si è aggiudicata per 4-2 il big match contro il Grassina, ora terzo a quota 57. Si deciderà tutto all’ultima giornata, con la squadra di Certini ospite dell’O’Range Chimera Arezzo già certo dei playout.

È invece un pari che non soddisfa quello rimediato dall’Arno Laterina sul cmapo del Fonte Bel Verde. Padroni di casa al 41’ con Magini che trasforma il calcio di rigore concesso per l’atterramento in area di Fanelli. Al 20’ della ripresa il Laterina pareggia con il solito Benedetto che buca la rete con una conclusione dal limite. L’Arno torna così in zona playout al quartultimo posto con 32 punti. Dovrà migliorare il piazzamento di almeno una posizione per far scattare la forbice e dunque evitare gli spareggi. L’obiettivo è quindi di lasciarsi alle spalle il maggior numero di squadre possibili tra quelle del nutrito gruppo a quota 33, Audax Rufina, Bibbiena e Marciano. L’ultima avversaria dei gialloblù di Pratesi sarà il Subbiano, a caccia di punti per tentare una disperata qualificazione ai playoff.
 

Articoli correlati