30, Novembre, 2022

L’Istituto Magiotti e Cai Valdarno Superiore: un progetto in collaborazione per la promozione del territorio

Più lette

In Vetrina

La sezione Cai del Valdarno Superiore ha realizzato 50 schede su percorsi e itinerari culturali e paesaggistici della zona che sono state tradotte in inglese dai ragazzi dell’Istituto Professionale: ora sono disponibili gratuitamente sul sito internet del Cai per cittadini e turisti

Il Cai sezione Valdarno Superiore e l’Istituto Comprensivo Magiotti hanno attivato un progetto per la valorizzazione del patrimonio artistico, paesaggistico e turistico del territorio. Il Cai ha selezionato 50 percorsi attraverso i comuni del Valdarno aretino, già inseriti nel sito internet con schede che illustrano i luoghi principali e interessanti, oltre a castelli e pievi presenti lungo gli itinerari.
 
“Da tempo siamo attivi per valorizzare il nostro territorio dal Pratomagno al Chianti: nelle schede che si possono scaricare gratis dal sito sono presenti gli itinerari con storia e foto”, ha aggiunto il Presidente del Cai Valdarno Mario Bindi.
 
Alcuni alunni dell’Istituto Professionale Magiotti hanno tradotto le schede in lingua inglese per permettere a tutti i turisti di conoscere le opportunità che offre la zona. Il progetto coinvolge circa 80 ragazzi di alcune classi tra la seconda e la quarta dell’Istituto, divisi per gruppi, a seconda dell’approccio all’attività: la traduzione in inglese, la rielaborazione dei testi per vari tipi di pubblico e la ricerca di un’impostazione grafica adatta sia per le immagini, sia per il testo.
 
“Un progetto molto interessante per i ragazzi, soddisfatti perché vedono un loro prodotto utilizzato: uno stimolo che li motiva anche in prospettiva del futuro e del mondo del lavoro”, spiega la professoressa Antonella Chiti. Un’iniziativa per stimolare anche le istituzioni e gli operatori turistici, per avere una maggiore consapevolezza delle capacità attrattive del Valdarno.
 
Tutto il lavoro è gratuito, sia la possibilità di scaricare le schede, sia la consultazione e l’utilizzo delle tracce gps nella sezione del sito. Dopo sette lezioni in aula, il progetto si concluderà con un’uscita di gruppo seguendo uno dei 50 itinerari oggetto dello studio.
 

Articoli correlati