14, Agosto, 2022

Isis Vasari, la Provincia ritarda: controlli non ancora effettuati. I ragazzi protestano e non entrano a scuola

Più lette

In Vetrina

Caos e polemiche questa mattina all’Isis Vasari di Figline. Alle 8 dovevano essere effettuati i controlli della Provincia, dopo gli eventi sismici di venerdì e sabato, ma i tecnici arriveranno solo in tarda mattinata. Studenti infuriati: in tantissimi si rifiutano di entrare in classe.

I tecnici della Provincia dovevano arrivare questa mattina alle otto, dopo giorni di attesa, ma arriveranno solo in tarda mattina. Proteste e polemiche questa mattina all'Isis Vasari, dopo gli eventi sismici di venerdì scorso. Gran parte degli studenti si rifiuta di entrare in classe perchè la sicurezza della scuola non è stata ancora accertata.

Del resto, secondo i racconti, è già da venerdì che i responsabili dell'istituto chiedono invano alla Provincia – l'ente competente – di verificare la sicurezza dell'edificio che accoglie  quotidianamente 1200 persone. Uno degli edifici della provincia più vicini all'epicentro della scossa di 4.1 di magnitudo registrata venerdì scorso in Chianti. La scuola, per ordinanza del sindaco, è stata chiusa anche sabato ma è l'unica del comune ancora a non essere stata controllata approfonditamente. 

I tecnici, dopo le insistenze dell'istituto, dovevano arrivare questa mattina alle 8 ( con le lezione che sarebbero dovute iniziare alla seconda ora) ma non sono arrivati. In Palazzo Medici Riccardi è caos, con i dipendenti che protestano e con una fase transitoria alla città metropolitana molto complicata. E sembra, ma queste sono voci che sono rimbalzate nel corso della mattinata, che ai tecnici mancasse un'autovettura per raggiungere il plesso scolastico. 

All'istituto è scoppiata così la polemica: gli studenti e alcuni genitori hanno protestato per la mancanza di controlli (un genitore è stato anche allontanato dopo le sue proteste un po' troppo veementi). I ragazzi – ad eccezione di una piccolissima parte di loro – hanno  deciso così di non entrare in classe. 

La scuola, a parte qualche lieve danno, sembra completamente agibile, ma a certificarlo può essere solo la Provincia, che arriverà – almeno così è stato assicurato – in tarda mattinata.

 

Articoli correlati