18, Agosto, 2022

Il Premio Bambagella 2021 consegnato agli operatori dell’ospedale Serristori

Più lette

In Vetrina

Ai medici, agli operatori sanitari e a tutto il personale dellospedale figlinese la massima onorificenza cittadina. Un riconoscimento anche per le associazioni di protezione civile e 118

Il Premio Bambagella 2021, la massima onorificenza del Comune di Figline e Incisa Valdarno, è stato consegnato agli operatori dell'ospedale Serristori.  La cerimonia di consegna si è tenuta ieri, 2 giugno, all’Arena del Teatro Garibaldi di Figline, nell’ambito delle celebrazioni della Festa della Repubblica.

“Per il vostro costante impegno – si legge nelle motivazioni –, per la dedizione e la professionalità dimostrate, per i vostri turni infiniti, per la vostra resistenza in prima linea nonostante il rischio e la fatica, per tutto quello che state ancora facendo, semplicemente grazie. Con profonda stima e riconoscenza”. A ritirare il Premio in rappresentanza di tutti gli operatori dell’Ospedale sono stati il dottor Andrea Bribani, direttore medicina interna seconda Osma Serristori, e il dottor David Caiani, coordinatore infermieristico.

Premiate anche le associazioni di protezione civile e 118: Gaib Figline, Prociv Incisa, Croce Azzurra di Figline, Croce Rossa di Incisa e Misericordia di Figline, “per l’impegno profuso e l’indispensabile aiuto offerto durante il periodo di emergenza Covid-19 nel servire la comunità. Con profonda stima e riconoscenza”. A consegnare i premi sono state il sindaco Giulia Mugnai e il presidente del Consiglio comunale Silvia Fossati. La serata è poi proseguita con l’esibizione de Gli ottoni dell'ORT ensemble, il quintetto di fiati dell’Orchestra della Toscana, con il concerto “Le grandi colonne sonore”, una selezione di musiche di Lalo Schifrin, Nino Rota, Hans Zimmer, John Wiiliams ed Ennio Morricone.

 

“Il Premio Bambagella è un modo per rappresentare la gratitudine della nostra comunità a chi si è messo al servizio della stessa. Quest’anno non potevamo non conferirlo agli operatori sanitari, ai medici, agli infermieri, a tutto il personale dell’Ospedale Serristori che durante la pandemia ci hanno messo al sicuro, hanno garantito ai malati cure e vicinanza, offrendo a tutti, oltre che la loro professionalità, un calore umano fondamentale per chi, in una situazione così critica, rischiava di sentirsi abbandonato. Questo premio è il segno della riconoscenza di tutta la città nei confronti di chi si è speso in prima linea in questo anno e mezzo così complesso”, hanno spiegato la sindaca Giulia Mugnai e la presidente del Consiglio comunale Silvia Fossati.

Tutte le foto sono di Pagliazzi e Pratellesi – Circolo fotografico Arno

 

Articoli correlati