08, Dicembre, 2022

I ringraziamenti di Roberto Renzi e della lista Forza Italia – UdC ai propri 1.110 elettori

Più lette

In Vetrina

“Grazie a chi ci ha rinnovato la fiducia – scrive la lista a sostegno di Roberto Renzi – usciamo sconfitti ma a testa alta. E ora lavoriamo per riunire i moderati in Consiglio comunale”

Un ringraziamento ai 1.110 elettori che con il loro voto hanno scelto di sostenere il candidato sindaco Roberto Renzi e la lista a suo sostegno, Forza Italia – UdC. Con una lettera arriva il commento post-elettorale, con la promessa di lavorare per il futuro e ricompattare i moderati in Consiglio comunale.

"Ringraziamo i 1.110 elettori che, anche in questa difficile e complicata tornata elettorale amministrativa per il nostro comune, ci hanno confermato la loro fiducia e l'apprezzamento per la volontà politica di cambiamento che fino ad oggi abbiamo espresso. E' vero, siamo usciti sconfitti, ma a testa alta con la ferma volontà di continuare la strada che ci porterà ad essere alternativa di governo".

"Noi non siamo e non saremo mai interessati a battaglie che non abbiano questo come obiettivo, e noi non inteessa e non interesserà in futuro una lotta che abbia come fine solo quello di occupare alcune poltrone", scrive la lista a sostegno di Roberto Renzi. Che poi aggiunge alcune considerazioni. 

"La prima è relativa all'area dei moderati. Anche questa volta è stato dimostrato che uniti, pur nella diversità delle posizioni ed idee, siamo molto forti, e che forse avremmo potuto avere un risultagto migliore se il lavoro fosse stato impostato nell'intera scorsa legislatura. Inizieremo da subito nell'impresa di riunire gli esponenti moderati, a tal proposito il riferimento in Consiglio continuerà a tenere la denominazione elettorale, il gruppo sarà registrato come 'Forza-Italia/UdC forti insieme', sperando che gli amici di Scelta civica, Ncd, Lega, Fratelli d’Italia e La Destra, rispondano a tale invito". 

"La seconda riguarda la tanto decantata e sbandierata marea riformista interna al Pd, a noi sembra che il risultato elettorale sia stato pesantemente condizionato dall'apparato di partito, e che gli esponenti, forse troppi, di questa area siano del tutto marginali".  

Glenda Venturini
Glenda Venturini
Capo redattore

Articoli correlati