28, Novembre, 2022

I carabinieri indagano su una serie di furti avvenuti a Montevarchi e denunciano tre persone

Più lette

In Vetrina

I carabinieri della stazione di Montevarchi, dopo una serie di furti messi a segno in città, identificano e denunciano i responsabili: si tratta di tre pregiudicati.

La prima indagine ha riguardato una raffica di furti avvenuti, nel corso dell’autunno, ai danni di privati cittadini e di vari pubblici esercizi del centro storico. In tutto 4 i furti nel volgere di pochi giorni ed identico il modus operandi del ladro che dopo essersi introdotto nei locali in orario di apertura, tra questi anche uno studio medico, approfittando della distrazione dei presenti, era riuscito a portare via oggetti vari e denaro contante. In tutto la refurtiva contava 3 Smartphone del valore complessivo di 2.000 euro, 300 euro in contanti e carte di credito prepagate utilizzate per effettuare in modalità contactless acquisti di vario genere, in maniera particolare alimenti, tabacchi e monopoli, per un importo complessivo di quasi 600 euro.

I carabinieri avvalendosi delle testimonianza, di rilievi tecnici alla ricerca di tracce dattiloscopiche o di DNA e delle immagini dei circuiti di videosorveglianza hanno indentificato  un uomo già noto per svariati precedenti in tema di reati contro il patrimonio, e proprio per questo genere di furti. Per lui è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per furto aggravato continuato ed uso illecito di carta di pagamento.

I carabinieri, sempre di Montevarchi, poi hanno denunciato due giovani albanesi, dei quali uno pregiudicato, scoperti mentre tentavano di portare via generi alimentari dal centro commerciale Coop: erano riusciti a pagare 7 euro di merce ed a portarne via una quantità per un valore di 600 euro. Allertati dal servizio di vigilanza dell’esercizio commerciale, la pattuglia della locale stazione è immediatamente giunta sul posto, supportata dai colleghi di Loro Ciuffenna: i due uomini sono stati individuati, fermati e denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Arezzo per tentato furto aggravato.

Articoli correlati